Quantcast

La band sanminiatese che punta all’Ariston: le Sonorità lontane alle finali regionali del Sanremo Rock

Vetrina nazionale per i talenti emergenti

Sono nati a fine 2019 appena prima dell’avvento del Covid, quando sono stati sospesi tutti gli eventi e ogni sorta di spettacolo. Ma non si sono fatti prendere dallo sconforto i membri della band sanminiatese Sonorità lontane: anzi, ne hanno approfittato per scrivere e incidere il loro primo album e oggi, a un anno e mezzo di distanza, partecipano alle finali regionali del Sanremo Rock, storica vetrina per talenti emergenti nata come costola del festival della canzone italiana.

Dopo aver superato le selezioni online e aver conquistato un posto in finale, si esibiranno sul palco di Foligno il 20 agosto. Sarà il loro primo evento di carattere nazionale e sono ben consapevoli dell’opportunità i componenti della band: Maurizio Latessa (voce e chitarra), Oliviero Inghisciano (chitarre e basso) Pasquale Florio (basso e tastiere) e Giuseppe, detto Beppe, Ferrara (batteria). La chiave usata per aprire le porte della musica? “Quella dell’amicizia, anche fuori dalla sala prove”.

“Io sono un autore e ho cominciato a scrivere anni fa – racconta Ferrara, che spiega come è nato il gruppo -. Conoscevo da molti anni Maurizio, il cantante, e un giorno mi ha detto che gli mancava il batterista. Abbiamo fatto le prove, che sono andate bene, e sono andato nel gruppo”. Un gruppo di amici già attivo a cui si è aggiunto il batterista per far nascere a tutti gli effetti le Sonorità lontane. Tutti sanminiatesi, a eccezione di Ferrara che oggi vive a Stabbia ma è anche lui originario di San Miniato.

“Siamo nati un anno e mezzo fa – racconta il musicista e co-autore – e questo periodo di stop forzato lo abbiamo sfruttato per creare un nostro repertorio, qualcosa che vada oltre le cover. A dicembre dell’anno scorso è uscito il nostro primo album: Anime in viaggio, un disco autoprodotto in tutto e per tutto. Testi e arrangiamenti sono nostri”. Tutti contribuiscono alla stesura dei testi, alla ricerca delle linee melodiche e degli arrangiamenti. E oltre all’album dal primo luglio è fuori anche il primo video ufficiale che accompagna la traccia “Sonorità lontane”. Clip girata sotto la Rocca e a Balconevisi, con la regia di Marco Bertini, riprese e montaggio di Lorenzo Spadoni e fotografia di Camillo Massa.

Intanto, dopo il primo concerto dal vivo a Cigoli lo scorso 3 luglio, la band sta lavorando al secondo album, ma senza perdere di vista l’appuntamento del 20 agosto. “Il Sanremo rock è una vetrina che cercheremo di sfruttare al meglio – ha detto Ferrara -, ma io sono convinto che se riesci ad arrivare in finale hai già vinto qualcosa”. E non ha torto: basti pensare alla possibilità di farsi conoscere, di “fare contatti”, di intessere relazioni nell’ambiente per far nascere nuove collaborazioni e nuove opportunità.

Sanremo rock 2021

Dopo una prima selezione online i quattro di San Miniato si sono classificati per le finali della 34esima edizione del Sanremo rock. Saliranno sul palco il 20 agosto a Foligno, città umbra perché sono state accorpate le finali delle due Regioni. Come spiegano gli organizzatori dell’evento, una giuria qualificata esporrà un voto che permetterà ai soli vincitori per girone, e per categoria di accedere direttamente alle finali nazionali che si disputeranno durante la seconda settimana di settembre 2021 a Sanremo al teatro Ariston.

A dispetto del nome – Sanremo Rock & Trend Festival – il contest è un’opportunità per artisti di diversi generi: indie, alternative, pop rock, hard rock, metal, pop, cantautorato, hip hop, blues, funk, folk. Ed è in questo solco che si collocano le Sonorità lontane: una band con influenze pop, rock e progressive che inizia a muovere i primi passi a fine febbraio 2020. Musicisti provenienti da situazioni antecedenti particolarmente formative, differenti per cultura musicale, trovano il loro sound poliedrico proprio grazie alla moltitudine di gusti che si intersecano tra loro. Per questo l’opportunità del Sanremo rock calza a pennello.

Il contest dal 1986 ha lo scopo di far emergere nuovi gruppi musicali e punta a far diventare questo concorso una vetrina nazionale ed internazionale per tutti coloro che cercano di far conoscere le proprie qualità. Dal palco del Sanremo rock sono passati artisti del calibro di Ligabue, Litfiba, Bluvertigo, ma anche Irene Grandi, Duran Duran, Paul Simon, Paul McCartney, Whitney Houston, Gianna Nannini, Edoardo Bennato, Carmen Consoli, Subsonica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.