Quantcast

Botteghe creative a Castelfranco: mappatura dei fondi sfitti per rilanciare il centro

Il progetto con l’Università di Firenze per valorizzare artigianato e arte locale

È stato siglato un accordo di ricerca con il dipartimento di architettura dell’Università di Firenze nell’ambito del processo partecipativo UPcycling TOgether, botteghe creative e solidali, percorso promosso dal comune di Castelfranco di Sotto, grazie al sostegno dell’Autorità per la garanzia e la promozione della partecipazione di regione Toscana, e affidato alla società Avventura Urbana.

È in questo contesto che viene attivato il Workshop Design Together al quale parteciperanno 17 studenti del corso di laurea in Design con il supporto e la supervisione di ricercatori universitari e del team di Avventura Urbana, che vivranno una full immersion di tre giorni nel centro storico di Castelfranco di Sotto, studiandone potenzialità e prospettive per l’attivazione di filiere di riciclo e riuso creativo in un’ottica di rigenerazione urbana.

Il Workshop Design Together, coordinato da Giuseppe Lotti titolare del laboratorio di design per la sostenibilità dell’Università di Firenze e da Maddalena Rossi della società Avventura Urbana, è un’importante occasione per mettere in sinergia il mondo della ricerca con il territorio rappresentato da alcune realtà artigianali e sociali: si tratta di una sperimentazione finalizzata alla costruzione di una base conoscitiva propedeutica alle fasi più operative del processo partecipativo in corso.

I ragazzi faranno visite a realtà imprenditoriali, artigianali ed artistiche presenti sul territorio, un esempio di come il saper fare e la laboriosità manuale e creativa fanno da sempre parte della comunità di Castelfranco.

Il processo partecipativo ha preso avvio nella seconda metà di giugno, nei mesi estivi è stata portata avanti la fase di crowdmapping e ascolto attivo, realizzando una serie di interviste mirate ad alcuni soggetti del territorio, con l’obiettivo di costruire le condizioni di fattibilità del progetto “Botteghe Upcycling”. Le attività di ascolto, che termineranno alla fine di settembre, hanno visto il coinvolgimento di stakeholder locali, in un primo momento indicati dall’amministrazione comunale e di volta in volta implementati con i suggerimenti degli intervistati. A seguire verrà realizzata una mappatura interattiva dei fondi sfitti del centro storico per identificare gli spazi funzionali all’attivazione delle botteghe di riuso e riciclo creativo e solidale.

Al termine di questa fase e coerentemente con i risultati del workshop, che verranno presentati alla comunità locale il 25 settembre, saranno avviate le attività successive del processo partecipativo, caratterizzate da un maggiore livello di operatività e di interazione con il territorio.

“Le attività che puntano a valorizzare il nostro centro storico sono molteplici ed è per noi un orgoglio poter ospitare un progetto di ricerca che contribuirà a costruire le basi per una rigenerazione urbana – ha dichiarato il sindaco Gabriele Toti -. Un progetto programmatico e non sporadico che studierà in modo puntuale le opportunità e potenzialità del nostro paese e sarà l’occasione di sviluppare un vero e concreto cambiamento”.

“È bello pensare che un team dell’Università di Firenze sia a lavoro per analizzare e immaginare il futuro della nostra Castelfranco – ha commentato l’assessore all’ambiente Federico Grossi -. Ripopoliamo i luoghi di abbandono attraverso un processo di innovazione sociale e di opportunità lavorative. Non è un lavoro che si realizza dall’oggi al domani, proprio perché non vuole essere un fuoco di paglia, ma una crescita duratura. Questo avverrà grazie alle persone che vorranno essere protagoniste di questa svolta. Per chi crede nel nostro paese e sa quanto la comunità ha da dare”.

Per coloro che fossero interessati a saperne di più ed avere ulteriori informazioni sul processo partecipativo è possibile consultare la pagina sul portale Open Toscana, le pagine social Facebook Upcycling Together e Instagram upcycling_together, oppure scrivere a upcyclingtogether.castelfranco@gmail.com

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.