Quantcast

Scuole, si torna in classe. Tour di Nardini: “Faremo di tutto per evitare la dad”

Una serie di impegni istituzionali da parte dell'assessore regionale all'istruzione

Un tour nelle scuole toscane per mostrare la vicinanza e l’impegno della Regione a un mondo che a causa della pandemia ha particolarmente sofferto e che finalmente si accinge a tornare in classe in presenza. È il giro che ha avviato da alcuni giorni l’assessora all’istruzione Alessandra Nardini e che in prossimità dell’inizio dell’anno scolastico procederà a tappe più serrate.

“In questi mesi – afferma l’assessora Nardini – la Regione, pur non avendo competenze dirette sull’organizzazione, non è stata assente e ha continuato a svolgere una costante azione di coordinamento interistituzionale all’interno del Cantiere Scuola. Abbiamo monitorato la situazione e sostenuto tutte le misure propedeutiche all’avvio dell’anno scolastico al 100% in presenza. Il dialogo ininterrotto con il ministero dell’istruzione e con l’ufficio scolastico regionale, la collaborazione con gli altri assessorati competenti, come quello dei trasporti e della sanità, il confronto con Anci e Upi, comuni e province toscane, il contributo prezioso dei prefetti, un grande lavoro di squadra. Sono convinta che sia stato fatto davvero un grande lavoro per iniziare questo anno scolastico in presenza e in sicurezza e per tornare al più presto alla normalità”.

Questa mattina alle 11, Nardini è stata a Capannoli all’inaugurazione della nuova scuola dell’infanzia Rita Levi Montalcini, i cui lavori di riqualificazione e ampliamento sono stati finanziati per 700mila euro (su investimento complessivo di 1.140.000 euro) tramite mutuo Bei, Banca europea investimenti, nell’ambito della graduatoria regionale dell’edilizia scolastica.
Lunedì (13 settembre), alle 9, sarà la volta di Calci dove sono terminati gli interventi di efficientamento energetico della scuola primaria Vittorio Veneto, finanziati con circa 120mila euro dal bando Por Fesr 2014- 2020. Nel pomeriggio, alle 17,30, tappa successiva insieme al presidente Giani a Vicchio, alla scuola dell’infanzia dell’istituto comprensivo con indirizzo musicale, per l’inaugurazione della prima sezione Montessori in Toscana.

Nel giorno della riapertura delle scuole, mercoledì (15 settembre), l’assessora Nardini sarà alla scuola primaria di Santo Pietro Belvedere, che lei stessa ha frequentato da bambina. Alle 18 parteciperà in piazza Duomo al concerto Ricomincia la scuola promosso dalla rete ReMuTo e sostenuto dalla Regione Toscana, che vedrà l’intervento anche del ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi.
Venerdì 17 settembre, Nardini visiterà la nuova scuola primaria di Cerreto Guidi, i cui lavori, alla stregua di quelli del vecchio edificio dove ora è nata una biblioteca, sono stati finanziati con risorse regionali.

“Ora più che mai la scuola – ha aggiunto Nardini – ha bisogno di fiducia e sostegno dopo questi due anni così complessi. Vogliamo vedere le nostre studentesse e i nostri studenti in classe in classe in presenza e in sicurezza, e faremo di tutto per non tornare alla didattica a distanza. Sono felice che finalmente si sia compresa la centralità della scuola, si sia compreso che dobbiamo definitivamente metterci dietro le spalle le lunghe stagioni di tagli, perché l’istruzione è il più grande investimento per lo sviluppo e il futuro della nostra società. Oggi abbiamo bisogno di scuole belle, sicure, accoglienti, innovative. Abbiamo bisogno di valorizzare il corpo docente e tutto il personale scolastico, di prenderci cura delle studentesse e degli studenti. Il nostro impegno, che non abbiamo fatto mancare in questi mesi, dovrà essere sempre maggiore. Sono felice che quest’anno si possa ripartire sin dal primo giorno in presenza. E a questo obiettivo abbiamo lavorato duramente, dopo essere stati tra le prime Regioni lo scorso anno a superare appena possibile la didattica a distanza anche nelle scuole secondarie di II grado. Voglio anche esprimere la soddisfazione per la capacità della nostra Regione di aver sostenuto in questi anni la tenacia delle Amministrazioni comunali che hanno scelto di impegnarsi sul fronte dell’edilizia scolastica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.