Quantcast

Diritto allo studio, erogate ai Comuni le risorse del pacchetto scuola

L'assessora Nardini: "Questo agevolerà notevolmente le famiglie che hanno diritto ai contributi per sostenere le spese scolastiche"

Erogate ai Comuni le risorse del Pacchetto scuola. A renderlo noto è l’assessora all’istruzione e al diritto allo studio Alessandra Nardini che sottolinea.

“Grazie anche al lavoro e alla passione dei nostri uffici regionali, abbiamo mantenuto gli impegni che avevamo preso raggiungendo il duplice obiettivo di confermare la disponibilità dei fondi e di accelerare l’iter per arrivare a destinarli prima possibile, anticipando rispetto allo scorso anno la tempistica di erogazione ai comuni – commenta -. Questo agevolerà notevolmente le famiglie che hanno diritto ai contributi per sostenere le spese scolastiche”.

Il Pacchetto scuola è una misura regionale a tutela del diritto allo studio scolastico. Attraverso i Comuni, le famiglie con reddito Isee inferiore ai 15748,78 euro, possono ricevere un contributo fino a 300 euro per affrontare le spese necessarie alla frequenza scolastica delle proprie figlie e dei propri figli: acquisto di libri, di materiale didattico di vario tipo ed altri servizi. Per l’anno scolastico appena iniziato la Regione ha erogato complessivamente ai comuni toscani 8.240.866,21 euro (di cui 3 milioni di risorse regionali e i restanti assegnati con decreto del Ministero dell’Istruzione).

“Il Pacchetto scuola – conclude l’assessora Nardini – resta un pilastro delle politiche regionali. Oggi è ancor più necessario a causa delle difficoltà economiche e sociali acuite dalla pandemia. Sono molto soddisfatta del lavoro svolto perché è un altro tassello del quadro di azioni che mettiamo in campo per la tutela effettiva del diritto allo studio”.

Scarica qui la tabella completa dei contributi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.