Quantcast

Un Mercatale in versione deluxe: ci saranno ospiti d’eccezione

Appuntamento con la manifestazione dedicata al cibo: tre chef di alto livello in arrivo

Sarà un Mercatale in versione deluxe, con la presenza di tre rinomati chef e di un pasticcere custode della prestigiosa tradizione dolciaria locale: domani (19 settembre), in piazza Del Popolo e ai Loggiati di San Domenico, andrà in scena Cibo della terra,  un’edizione speciale dell’iniziativa promossa dai produttori del Mercatale, in collaborazione con San Miniato Promozione, Comune di San Miniato, Slow Food, Mercati della Terra, Città slow e i vignaioli di San Miniato.

Protagonisti d’eccezione tre chef di alto livello: Gilberto Rossi di Pepenero, Fabrizio Marino di Maggese e Paolo Fiaschi di Papaveri e Papere; a loro si aggiunge Paolo Gazzarrini, storico e bravissimo pasticcere che porta avanti la tradizione dei Cantucci di Federigo. Tutti e quattro porteranno prodotti a chilometro zero e li faranno degustare ai presenti; il mercatale inizierà alle 9 e terminerà alle 20, mentre Gazzarrini, Marino, Rossi e Fiaschi si metteranno all’opera dalle 10 in poi. Ma l’evento non si esaurisce qui: in occasione di Cittaslow Sunday, sono previsti dei laboratori per i bambini dai 4 ai 12 anni (max 15 partecipanti); dalle 11 Io mangio tutto! Non sprechiamo il cibo, lo spreco alimentare spiegato ai bambini. Alle 16 e alle 17 “Merendalab (km) 0.0”: conosci, prepara, mangia e gusta la merenda locale e stagionale. C’è, poi, spazio anche per i più grandi: alle 18 Il paniere di San Miniato, i prodotti tipici stagionali a chilometro zero, che potranno esser anche assaggiati. Dalla collaborazione coi vignaioli di San Miniato – che hanno uno stand dove sarà possibile degustare i vini sanminiatesi – ecco le letture sul cibo con Anna Di Maggio e la musica con i Billo Sound e con Le Frou Floeur Choer. E’ gradita la prenotazione al numero 3356010684. L’evento verrà organizzato nel rispetto delle normative anti Covid e sarà plastic-free.

“E’ un’iniziativa – racconta il presidente del Mercatale Matteo Pieri – che vuole idealmente mostrare il ciclo fra produttore, trasformatore e consumatore, perché è questo il ciclo della terra. Vogliamo condividere con la popolazione la filiera corta di San Miniato, promuovendo le eccellenze delle nostre terre, affidandole alle sapienti mani dei nostri chef. I quali già utilizzano i nostri prodotti nelle loro attività”.

Soddisfatto anche il presidente di Fondazione San Miniato Promozione Marzio Gabbanini: “ Siamo contenti del lavoro che sta facendo il Mercatale, che si sta rinnovando ulteriormente e coi cui produttori c’è un ottimo rapporto da sempre. Come fondazione siamo a favore di eventi che promuovono il nostro territorio e le nostre eccellenze e per questo li supporteremo con tutte le forze che abbiamo a disposizione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.