Quantcast

Una cerimonia in giardino per ripartire, premiati i centisti di Santa Croce sull’Arno foto

Sono 19 i ragazzi e le ragazze che hanno ottenuto il massimo dei voti alla maturità

Sono 19 le ragazze e i ragazzi di Santa Croce sull’Arno che durante lo scorso anno scolastico hanno concluso brillantemente il loro percorso di studi negli istituti superiori. Prima che inizi per la maggior parte di loro il percorso universitario, il Comune ha organizzato nel giardino di Villa Pacchiani una cerimonia per celebrare l’ottimo risultato raggiunto.

I nomi delle centiste e dei centisti, raggruppati per istituto frequentato. Dell’Iis Checchi di Fucecchio Leonardo Alderotti e Giorgiana Daraba; dell’Itc Cattaneo di San Miniato Giulia Abbruscato, Iacopo Caciagli (diplomato con lode), Noemi Coltelli, Ilaria Hoxha, Mirco Pieragnoli (serale), Lorenzo Salvadori e Christian Trassinelli; del liceo scientifico Marconi di San Miniato Simone Beconcini (diplomato con lode), Alice Masoni e Elena Riccioni; dell’Isis Pontormo di Empoli Virginia Joannas; dell’Ipsia Pacinotti di Pontedera Giada Armani e Sonia Lupi Zhou; del Liceo Statale Montale di Pontedera Matilde Maria Vittoria Giuntoli; dell’Iis da Vinci Fascetti di Pisa Greta Leka e Stella Prifti; dell’Ips Martini, Istituto Alberghiero di Montecatini Terme, Andrea Bianchi (diplomato con lode).

“Oltre ad essere un momento di soddisfazione personale – per la sindaco Giulia Deidda – per le ragazze e i ragazzi che hanno raggiunto questi ottimi risultati, quello di oggi è un momento di orgoglio per tutta Santa Croce sull’Arno. Che questi risultati arrivino poi in un anno in cui la pandemia li ha costretti a casa è ulteriore motivo di orgoglio, perché quando si è chiusi in una stanza non è facile trovare idee, stimoli, motivazione. Loro ce l’hanno fatta e non era affatto scontato”.

“Qualche anno fa – ha aggiunto l’assessore alla scuola e alla cultura Elisa Bertelli – non si faceva caso al fatto che tante e tanti santacrocesi si diplomassero col massimo dei voti, si dava per scontato che fossero casi eccezionali. Invece è importante accorgersene e fare una valutazione sulla qualità dell’insegnamento scolastico dell’istituto comprensivo di Santa Croce sull’Arno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.