Quantcast

Scuola, i bimbi di Marti tornano in classe da martedì. Pronte le aule a Montopoli Valdarno

"I lavori si concluderanno domani e le aule saranno consegnate pulite nella giornata di sabato"

“I lavori si concluderanno domani e le aule saranno consegnate pulite nella giornata di sabato. I tempi del rientro in classe sono dettati dall’esigenza del personale scolastico di predisporre gli spazi all’accoglienza dei bambini”. Così il sindaco di Montopoli Valdarno Giovanni Capecchi annuncia il ritorno a scuola degli alunni di Marti.

Nell’edificio di Montopoli Valdarno, ovviamente, dopo che il plesso di Marti è stato chiuso per consentire i lavori di adeguamento antisismico (qui la notizia). A seguito delle verifiche sismiche erano infatti emerse delle criticità che non permettevano il proseguo dell’attività didattica. Venerdì 1 ottobre, Capecchi ha firmato l’ordinanza di chiusura e il lunedì sono cominciati i lavori nel plesso di Montopoli. I bambini di Marti
adesso potranno riprendere le lezioni a partire da martedì 19 ottobre, al piano terra della scuola del capoluogo. Garantiti i servizi di trasporto e mensa.

“Abbiamo individuato la soluzione più rapida ed efficace – spiega il sindaco Capecchi – per permettere ai bambini di Marti di poter tornare a scuola nel più breve tempo possibile e agli altri studenti di non dover rinunciare a nessun servizio. Nello specifico sono state allestite cinque nuove aule. Due stanze sono state sgomberate, imbiancate e sanificate. Mentre le altre tre sono state ricavate dall’androne adibito a refettorio. Lo spazio è stato diviso da cartongesso certificato e insonorizzato, è stato adeguato l’impianto elettrico e messo a punto il cablaggio alla rete internet.

L’ingresso indipendente del piano terra permetterà il rispetto delle norme anticontagio per l’entrata e l’uscita da scuola degli studenti. È stato organizzato un servizio navetta da via Mazzini, sotto il Bastione della scuola di Marti al plesso di Montopoli”.

“Abbiamo ascoltato le necessità dei genitori – ha detto l’assessore all’istruzione Cristina Scali – e cercato di mettere in campo tutte le azioni necessarie per rispondere al meglio a una criticità non facilmente prevedibile. Sono state settimane complesse, lo sappiamo, ma proprio per questo abbiamo messo a punto anche un’attività educativa per quelle famiglie, che per problemi legati agli impegni lavorativi, non potevano lasciare i bambini a casa. Ringrazio tutti gli uffici e l’istituzione scolastica per il sostegno in queste due settimane e le famiglie dei piccoli studenti per aver atteso la ripresa delle attività”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.