Quantcast

Censimento Istat in Unione Valdera, ecco come compilare l’intervista

La mancata risposta entro giovedì 18 novembre prevede una sanzione

Tante lettere per rispondere al questionario on-line sono state recapitate ad inizio ottobre alle abitazioni di molti cittadini, mentre i rilevatori sono già andati a trovare direttamente nei comuni selezionati parte delle famiglie residenti per il censimento che si chiuderà giovedì (18 novembre).

Lo scopo e le modalità di questa rilevazione. Il censimento permette di conoscere le principali caratteristiche strutturali e socio-economiche della popolazione che dimora abitualmente in Italia, a livello nazionale, regionale e locale. A realizzarlo è l’Istat (Istituto nazionale di statistica) ed è strutturato in maniera differente rispetto a quanto avveniva nel passato. Infatti ogni anno partecipano gruppi di cittadini individuati con criterio casuale tra le famiglie residenti nei Comuni scelti come campione per la rilevazione. Nel 2021 le famiglie che partecipano al censimento sono 2 milioni e 472mila 400 in 4531 comuni sull’intero territorio nazionale. Tra questi sono stati selezionati anche 7 degli 8 Comuni per i quali l’Unione Valdera gestisce le procedure, ovvero: Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme Lari, Chianni, Palaia e Pontedera.

Il censimento non è altro che un’intervista composta da una serie di domande a cui le famiglie selezionate sono tenute a rispondere. Le interviste possono svolgersi in modalità online o essere effettuate direttamente da un rilevatore. All’inizio del mese in molte case del territorio dell’Unione sono arrivate lettere che evidenziano la modalità attraverso cui la famiglia selezionata deve sottoporsi all’intervista.

Se la famiglia è stata scelta per l’intervista diretta, un rilevatore si presenterà nel periodo che va dallo scorso giovedì 14 ottobre a giovedì 18 novembre in quel domicilio munito di tablet e tesserino di riconoscimento per compilare il questionario. Azione che potrà svolgersi sia all’interno della propria abitazione che all’esterno. In alternativa gli intervistati potranno lasciare solo alcune informazioni anagrafiche al rilevatore e andare a compilare successivamente il questionario presso l’ufficio del proprio comune di residenza (adibito appositamente per la rilevazione) in cui saranno coadiuvati da un operatore comunale.

Se la famiglia selezionata è stata individuata per rispondere online al questionario avrà ricevuto anche il link a cui collegarsi https://raccoltadati.istat. it/questionario e le credenziali di accesso con nome utente e password. Da questo giovedì 4 a domenica 7 novembre questi nuclei familiari potranno, utilizzando il proprio Spid o la propria Cie, connettersi al portale e rispondere a tutte le domande. Tutte le famiglie che non sono in grado di farlo o che non hanno compilato il questionario entro il tempo previsto a partire da lunedì 8 novembre saranno contattate da un rilevatore per un’intervista faccia a faccia che si potrà svolgere presso il proprio domicilio, in un ufficio del comune di residenza o anche in una sala messa a disposizione dall’Unione Valdera. Lunedì 13 dicembre scade il termine ultimo per compilare il questionario online e giovedì 23 dicembre la rilevazione deve essere ultimata.

In ogni caso le famiglie selezionate, indipendentemente dalla modalità scelta, dovranno espletare l’intervista.

Vale la pena infatti ricordare che partecipare al censimento è un obbligo di legge e la violazione dell’obbligo di risposta prevede una sanzione.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.