Quantcast

Pista ciclabile tra Fucecchio e Torre, l’idea torna argomento di discussione

Per ora sui social network, grazie a un sondaggio lanciato da Fanciullacci

Un sondaggio sui social network prova a riaprire il dibattito attorno alla pista ciclabile tra Fucecchio e Torre, un progetto che incontra da sempre il parere favorevole di molti e che in passato ha trovato però quello sfavorevole del consiglio comunale.

L’idea avuta allora dalla pro loco di Torre è tornata alla mente grazie a Vittorio Fanciullacci, fucecchiese doc, attento osservatore delle problematiche locali e molto attivo sui social dove è amministratore anche del gruppo “quelli che ricordano Fucecchio” da dove ha rilanciato la proposta che a suo tempo non è piaciuta a chi avrebbe eventualmente dovuto dare l’assenso per realizzarla, ossia il consiglio comunale, l’espressione del popolo fucecchiese, frazioni comprese.

Correva l’anno 2011, mese di maggio, secondo mandato del sindaco Claudio Toni, il progetto venne bocciato con 11 voti contrari a fronte dei 4 favorevoli. La mozione era stata presentata dal gruppo consiliare del Pdl. Il progetto del percorso ciclopedonale di poco più di un chilometro di lunghezza e due metri e mezzo di larghezza parallelo a via di via Burello per permettere il collegamento del capoluogo con la frazione collinare passando in mezzo all’area naturale protetta del Padule, era stato realizzato gratuitamente da due geometri torrigiani.

L’importo a quel tempo era stato stimato in circa 150mila euro comprensivo di illuminazione e non escludendo la possibilità che parte della spesa potesse essere finanziata dalla regione che da tempo ha avviato un concreto sostegno alla mobilità ciclistica nei comuni.
Come detto era stata la pro loco di Torre di allora a lanciare l’idea riprodotta su carta dai due geometri del posto che rimase sulla carta. Ora però i tempi sono diversi e magari l’amministrazione comunale attuale, vista la sensibilità dimostrata verso questo tipo di infrastrutture, potrebbe decidere di dar gambe (e pedali) a questo progetto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.