Quantcast

Rifiuti, Geofor: “Dipendenti a casa per covid, ritardi nella raccolta”

"L'azienda provvederà alla quasi totalità dei recuperi a breve e ad un rapido ripristino della normalità"

“A causa dell’assenza, per motivi legati alla pandemia da coronavirus, della forza lavoro che opera nei servizi ambientali sul territorio, diversi ritiri dedicati ai rifiuti hanno subito dei rallentamenti e dei ritardi”. Lo fa sapere Geofor spiegando che “In alcuni cantieri, ad esempio quello di Cascina, la percentuale dei dipendenti impossibilitati a recarsi al lavoro per ragioni emergenziali è vicina al 50% del totale”.

I disagi, avvisa Geofor, “potrebbero protrarsi anche nel prossimo breve periodo, visto il notevole impatto in termini di assenze che l’emergenza covid e le relative quarantene stanno avendo su tutti i settori”.

Geofor proverà a recuperare quanto prima gli eventuali servizi rimasti in ritardo. “Si invitano i cittadini a lasciare i rifiuti esposti (se impossibilitati a ritirali in casa e ad esporli nella prossima data di raccolta), in quanto l’azienda provvederà alla quasi totalità dei recuperi a breve e ad un rapido ripristino della normalità, grazie anche ad assunzioni straordinarie e a supporti esterni”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.