Lavori ai ponti di Montecalvoli e Castelfranco di Sotto, Confesercenti ha “chiesto che non si sovrappongano”

"Abbiamo garantito alla Provincia, comunque, che ci metteremo a disposizione delle attività commerciali con un filo diretto"

“Siamo già a lavoro con la Provincia di Pisa per mettere a punti tutti gli accorgimenti possibili per mitigare le conseguenze sulle attività commerciali di due nuovi interventi di manutenzione straordinaria che interesseranno il ponte di attraversamento del canale Usciana a Montecalvoli di Santa Maria a Monte (questi) e quello tra Castelfranco di Sotto e San Romano di Montopoli Valdarno (questi)”. Lo dice Confesercenti Toscana Nord al termine dell’incontro avuto con il presidente della Provincia Massimiliano Angori e il neo nominato consigliere delegato ai lavori pubblici Giacomo Santi, presenti anche i sindaci dei comuni coinvolti, in cui sono stati illustrati due interventi che prevedono durate che arrivano anche a cinque mesi.

“In ordine di tempo il primo a partire sarà quello a Montecalvoli – spiegano il responsabile area pisana Simone Romoli ed il coordinatore area Santa Maria a Monte Giacomo Lazzeri, presenti all’incontro –, sul ponte che divide in due il paese. Cinque i mesi previsti per i lavori con termine probabile il 31 luglio. Per questo intervento non è mai prevista la chiusura del traffico ma il senso unico alternato regolato con semaforo con transito anche dei mezzi pesanti. In questo caso abbiamo chiesto alla Provincia un monitoraggio costante dei tempi del semaforo considerando che il ponte unisce il paese e, nel caso di fasce orarie particolarmente critiche, provvedere anche all’intervento di movieri per regolare il traffico”.

Per quanto riguarda invece i lavori al ponte tra Castelfranco e San Romano, la durata è di circa un mese “con senso unico alternato per il periodo iniziale in cui saranno realizzati dei bypass per i servizi per poi provvedere alla chiusura totale nella parte finale dei lavori per circa 15 giorni”.

“Abbiamo fatto presente la necessità che i due interventi non si sovrappongano come tempistica; da qui la richiesta di spostare al mese di agosto i lavori di Castelfranco. Abbiamo garantito alla Provincia, comunque, che ci metteremo a disposizione delle attività commerciali con un filo diretto nel corso dei lavori e ribadito con forza l’importanza di convocare gli incontri con le associazioni di categoria con sufficiente preavviso rispetto all’avvio effettivo dei lavori e prima che vi siano ordinanze già emesse e cronoprogrammi prestabiliti come nel caso di Montecalvoli”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.