Una fiaccolata per la pace, coinvolti Scuola e Palio

Tutta la città in piazza contro le armi

Anche Fucecchio colora la piazza per chiedere la pace e ripudiare con forza ogni tipo di guerra, alla luce dei tragici eventi in corso in Ucraina. Venerdì 4 marzo l’amministrazione comunale, insieme alle scuole, alle associazioni e alle contrade del Palio, promuove una fiaccolata per la pace che partirà alle 18,30 dalla chiesa della Vergine per concludersi in piazza Montanelli.

Il mondo della scuola sarà coinvolto con la partecipazione degli studenti di ogni ordine e grado, presenti con gli elaborati realizzati in classe e con la lettura delle loro riflessioni, mentre il mondo dell’associazionismo vedrà scendere in piazza a fianco dei cittadini e delle istituzioni tutte le associazioni e i volontari che rappresentano una parte fondamentale del tessuto sociale e comunitario.

“Alla luce di tutto quello che sta avvenendo in Ucraina – spiega il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli -, è necessario ribadire una volta di più il ripudio alla guerra, ad ogni tipo di guerra. Non è possibile che ancora oggi si possa pensare di ricorrere all’uso delle armi e della forza calpestando i diritti umani e civili di popoli interi. Per questo anche Fucecchio ha deciso di scendere simbolicamente in piazza per fare un appello ai grandi del Mondo: basta guerre, vogliamo la pace”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.