Quantcast

Arrivano i nuovi eventi di Vincanto: c’è anche il ‘Maggio rovesciato’ di San Miniato

Tutti gli appuntamenti del mese

Nel circondario avranno luogo una serie di eventi canori importanti. Si comincia venerdì (13 maggio) con Born this Way, spettacolo del Choreos, coro Lgbtqia+ di Firenze (diretto da Simone Faraoni) alla Casa del Popolo di Grassina alle 21,30.

“All’approssimarsi dell’International day against homophobia, biphobia, intersexism and transphobia, ricorrenza promossa dell’Unione Europea che si celebra ogni 17 maggio e di fronte ai numerosi episodi nella recente cronaca italiana di violenza omolesbobitransfobica, viene proposto uno spettacolo volto innanzitutto al fare memoria, per ascoltare ed accogliere le storie di tutti e tutte e farle proprie – spiegano gli organizzatori -. Born this Way è innanzitutto una cantata collettiva per ricordare le vittime di discriminazione per identità di genere ed orientamento sessuale, che ancora oggi scopriamo esserci intorno a noi. Letture e testimonianze vive si intrecciano a brani corali e azioni teatrali, per formare un’unica partitura, dove protagoniste indiscusse sono le nostre voci, espressione di identità personali e storie di vita. Voci che cantano all’unisono, sprigionando voglia di comunità, sentimenti di inclusione e appassionata complicità umana e artistica tra persone uniche. L’ingresso è libero”.

Si prosegue poi con Venite a Laudare, con il Coro diluvio universale (diretto da Simone Faraoni) in concerto a Querce sabato (14 maggio) alle 21,15 al Santuario Madonna delle Querce. “Un viaggio unico e inaspettato nella musica popolare e colta, devozionale e profana – spiegano -. Il repertorio spazia da antiche laudi, spiritual e canti afroamericani, lodi mariane e canti in latino e ebraico. Molti brani verranno eseguiti ‘a cappella’ mentre alcuni saranno accompagnati da flauto e fisarmonica”. L’ingresso è a offerta libera.

Seguirà poi Sulla mia Pelle, spettacolo anch’esso del Choreos coro Lgbtqia+ di Firenze domenica (15 maggio) al Teatro delle Spiagge di Firenze alle 16,30. Letture, contributi video e testimonianze vive intrecciati ad azioni teatrali e soprattutto alle voci, in modo da formare un’unica partitura. Il costo dei biglietti è di 12 euro, mentre il ridotto di 10 euro. Per la prenotazione rivolgersi al numero 055310230, 3294187925 o a info@teatridimbarco.it.

Il 21 maggio a San Miniato verrà poi presentato Maggio rovesciato, ovvero un laboratorio (con gioiosa restituzione itinerante) e un concerto (dei Vincanto). Il laboratorio intensivo di canto popolare è a cura di Camilla Caparrini, Ilaria Savini, Simone Faraoni.

“Nel mondo contadino era diffusa l’usanza di andare casa per casa augurando con i canti salute, amore e soprattutto buoni raccolti. In cambio dell’augurio cantato, spesso itinerante per le strade e case del paese, si chiedeva – spiegano – un’offerta: ecco i canti di questua, tradizione ancora oggi diffusa e viva in molte parti d’Italia. Il momento dell’anno in cui questa tradizione era più diffusa era il mese di maggio, decisivo per l’agricoltura e per il sostentamento delle famiglie oltre che momento di rinascita primaverile dopo l’inverno, anche se a seconda delle zone non mancavano altre occasioni, come la festa della befana, quella del Capodanno o (più raramente) quella di San Martino. A differenza di altre tradizioni quella del Cantar maggio continua ad essere viva in molte aree della Toscana, ad esempio sulla montagna Pistoiese, grazie al lavoro del Collettivo Folkloristico Montano”.

Il laboratorio avrà l’obbiettivo di trasmettere alcuni “maggi” provenienti da varie zone della Toscana (e dintorni), sia polifonici che no, e di realizzare un’esibizione itinerante per le strade di San Miniato sul modello della questua come momento di gioiosa condivisione. Durante il laboratorio i docenti avranno cura di riservare del tempo a un lavoro propedeutico al canto proponendo esercizi di respirazione, propriocezione, ascolto e vocalità, il tutto in una modalità massimamente inclusiva e non giudicante.

A seguire (circa dalle 18,30 alle 19,30) ci sarà una restituzione gioiosa per le vie del centro in compagnia di tutti i partecipanti. La prenotazione è obbligatoria. Il costo del seminario di 3 ore è di 15 euro. Il corso è aperto esclusivamente ai soci di Canto rovesciato (sarà possibile associarsi in loco, la tessera costa 5 euro per i soci ordinari e 20 per i soci sostenitori). Alle 21,30 poi all’oratorio di Sant’Urbano si terrà Buonanotte vaga stella, il concerto dei Vincanto e del Coro Rovesciato.

“Nel cuore segreto di San Miniato ci rifugeremo come piccoli semi ad ascoltare un concerto tutto dedicato al fiorire, al germogliare, all’amare, al rinascere – spiegano gli organizzatori -. Nei canti popolari non c’è infatti un momento dell’anno più gioioso e pieno di speranza di quello del mese di maggio e mai come ora ci sembra necessario celebrare questo rito propiziatorio e ben augurante”.

I Vincanto e il Coro Rovesciato proporranno una carrellata di maggi provenienti da varie aree della Toscana. Fra rondini e viole fiorite si parlerà naturalmente d’amore, senza dimenticare che maggio è anche la Festa dei Lavoratori. Al termine del concerto si tornerà “a rimirar le stelle” con la speranza di poter sbocciare e generare tanti nuovi semi per il futuro, come tutti questi canti augurano. Dei Vincanti fanno parte Ilaria Savini (voce) Alessandro Cei (voce e chitarra) Simone Faraoni (voce e fisarmonica), con interventi del Coro Rovesciato. L’ingresso è libero, con uscita ad offerta per gli artisti. Per info e prenotazioni info@cantorovesciato.it o 349 8163917 (anche WhatsApp).

Invece, per la rassegna Il canto segreto dell’albero, un progetto in collaborazione con Canto Rovesciato, saranno esposte domenica 22 maggio le divagazioni intorno all’albero di David Riondino e Francesca Breschi. Una triade di concerti che si svolgono di domenica pomeriggio in un giardino sonoro di Settignano (Firenze), all’aperto. Divagazioni fra parole e musica decise, quasi all’impronta, dai suoni, delle parole, dagli odori, dagli umori portati dal vento. Parole di pace e di guerra, d’amore e di sfida, di consolazione, di supplica e di orazione, fiabe, storie, rime, versi, canzoni. L’ ingresso libero è riservato ai soci di Canto rovesciato (è possibile diventare soci anche la sera stessa) e uscita a offerta. I posti sono limitati e la prenotazione è obbligatoria. L’associazione ricorda che il costo per associarsi è di soli 5 euro per i soci ordinari (o di 20 euro se si vuol essere socio sostenitore).

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.