Quantcast

Pnrr, circa 6 milioni e mezzo di euro per la Società della Salute foto

I progetti finanziati riguardano disabilità, non autosufficienza, sostegno alla genitorialità e altro ancora

Progetti e percorsi di sostegno dedicati ai soggetti più fragili, agli anziani non autosufficienti, ai disabili, alle persone con problemi abitativi e molto altro, in ambito sociale, è contenuto negli 8 progetti della Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa, tutti ammessi a finanziamento dalla missione 5 del Pnrr, il Piano Nazionale di Resilienza e Resistenza a cui sono affidate le sorti di una ripartenza dell’Italia post Covid.

L’SdS che comprende gli 11 comuni dell’Empolese Valdelsa e i 4 comuni del Valdarno Inferiore, grazie ai propri progetti ritenuti ammissibili dalle commissioni di valutazione, riceverà nei prossimi tre anni una cifra di poco superiore ai 6 milioni e 400mila euro. In 6 di questi 8 progetti la Società della Salute si è presentata in totale autonomia, in altri due invece è insieme alla Società della Salute Fiorentina Nord Ovest. Ci saranno circa 36 mesi di tempo adesso per sviluppare questi programmi.

Il principale, da un punto di vista del finanziamento ottenuto, è quello che riguarda l’autonomia degli anziani non autosufficienti (realizzato insieme alla SdS Fiorentina Nord Ovest ma con la SdS Empolese Valdarno Valdelsa capofila del progetto): per questo linea il finanziamento ottenuto sfiora i 2 milioni e mezzo di euro. Altri 210mila euro arriveranno per il sostegno alle capacità genitoriali e prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini e circa 330mila per il rafforzamento dei servizi sociali domiciliari che hanno lo scopo di garantire la dimissione anticipata assistita e prevenire l’ospedalizzazione delle persone.

Due progetti molto importanti, per i quali la SdS riceverà 715mila euro ciascuno, sono quelli che riguardano i percorsi di autonomia per persone con disabilità e in particolare il progetto individualizzato Abitazione Lavoro. Per il rafforzamento dei servizi sociali e la prevenzione del fenomeno del burn out tra gli operatori sociali (progetto guidato come capofila dalla SDS Fiorentina Nord Ovest) arriveranno poco più di 200mila euro. E infine gli ultimi due progetti, anche questi con cospicui finanziamenti, che riguardano l’housing temporaneo per persone con problemi abitativi e le “Stazioni di posta” per le persone senza dimora: qui complessivamente la cifra stanziata sarà di 1 milione e 800 mila euro.

Si tratta di una serie di progetti e di proposte che nei prossimi tre anni andranno sicuramente a rafforzare i servizi sociali dedicati ai circa 240mila cittadini che vivono nei 15 comuni della Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa.

“Tutti questi progetti – spiega il presidente della SdS Alessio Spinelli – hanno come unico obiettivo di migliorare e potenziare tutti quei servizi inerenti la Protezione Sociale dei cittadini. In questi ultimi due anni è stata messa a dura prova la tenuta dello stato sociale delle nostre comunità e pertanto l’esito di questi finanziamenti fa particolarmente piacere e ancora una volta mostra il buon lavoro svolto dalla politica locale e dalla struttura amministrativa presente”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.