Quantcast

Ha diretto il primo servizio di neurofisiopatologia d’Italia, addio alla dottoressa Fabiani

"Un esempio professionale e umano"

“Il suo impegno nella professione di medico, coniugato alla ricerca scientifica, ha contribuito in maniera determinante a far crescere il livello dell’assistenza sanitaria sul territorio”. Anche per questo, l’Ausl Toscana nord ovest non potrà dimenticare Doretta Fabiani, medico di Pontedera venuta a mancare a 91 anni.

Laureata in medicina e chirurgia, specializzata in neuropsichiatria con una formazione completata anche da qualificati stage all’estero, il suo nome è legato all’inaugurazione a Pontedera, nel 1969, del primo servizio di neurofisiopatologia d’Italia, di cui è stata dirigente fino al 1995. Un servizio di diagnostica neurologica strumentale, elettroencefalografica, elettromiografica ed ecografica con attività sia interna che ambulatoriale. “Grazie – ricorda l’Azienda – alla sua capacità di portare avanti sia l’attività di medico, sia l’aggiornamento scientifico, Doretta ha potuto concentrare la propria ricerca clinica sullo studio neuroevolutivo del neonato, conducendo in questo campo studi di interesse nazionale”.

L’Ausl Toscana nord ovest nel ricordarne l’esempio umano e professionale, esprime la propria vicinanza a tutte le persone care che hanno accompagnato la vita della dottoressa Fabiani.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.