Quantcast

La prof che ha cambiato sesso al Checchi, contro le discriminazioni foto

Tutte le iniziative

Il 17 maggio, in occasione della Giornata internazionale contro l’omolesbobitransfobia, il Comune di Fucecchio e l’istituto superiore Checchi hanno promosso un incontro con gli studenti delle classi quinte che si è tenuto al Teatro Pacini e che ha visto, tra i protagonisti, la professoressa Andrea Perinetti, un’insegnante piemontese che all’inizio dell’anno scolastico in corso ha reso pubblico il proprio cambiamento d’identità di genere affrontando con coraggio, ma soprattutto con sollievo e felicità, la sua nuova vita nella società e nel mondo della scuola. All’iniziativa hanno partecipato la dirigente scolastica Genny Pellitteri, l’assessora regionale alle pari opportunità e la vicesindaca di Fucecchio, Emma Donnini. L’incontro con gli studenti dell’istituto Checchi, e in collegamento con gli studenti del liceo classico di Ivrea dove insegna la professoressa Perinetti, è stato particolarmente interessante e ricco di spunti per i giovani che hanno avuto modo anche di rivolgere molte domande alla professoressa.

Proprio ai giovani e al mondo della scuola, con il claim Blocca l’odio, condividi il rispetto, si rivolge la campagna 2022 promossa da RE.A.DY, la rete italiana delle Regioni, province autonome ed enti locali impegnati per prevenire, contrastare e superare le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere e per creare uno spazio non ideologico di incontro e interscambio di esperienze e buone prassi finalizzate al riconoscimento e alla promozione dei diritti umani delle persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, transgender, queer, intersessuali e asessuali (Lgbtqia+). Il Comune di Fucecchio, con questa adesione, vuol ribadire con forza che i discorsi d’odio (in inglese “hate speech”), alimentano e giustificano fenomeni di violenza e vanno quindi contrastati, anche sui social, ampiamente utilizzati dalle giovani generazioni  per comunicare ed esprimersi.

Non solo il mondo della scuola, oggi, si è confrontato con questo importante tema. Anche dal mondo della cultura arrivano messaggi di condivisione della lotta alle discriminazioni: questa mattina la Biblioteca comunale Montanelli, grazie alle risorse fornite dalla rete RE.A.DY, ha inaugurato uno scaffale arcobaleno con libri e pubblicazioni che trattano il tema dell’identità di genere e dell’orientamento sessuale. Lo scaffale, oggi collocato all’ingresso delle sale di lettura, a breve diventerà anche virtuale con una sezione specifica che sarà consultabile on line. All’inaugurazione sono intervenuti il sindaco, la vicesindaca, l’assessora regionale alle pari opportunità e la consigliera comunale delegata alle pari opportunità.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.