Al San Giuseppe di Empoli spirometrie pediatriche gratuite per il mese dedicato all’asma

Bernardini: "L’asma bronchiale è una delle patologie croniche più diffuse in età pediatrica"

All’ospedale San Giuseppe di Empoli, in occasione della giornata mondiale dell’asma, celebrata lo scorso 3 maggio, per tutto il mese di maggio vengono organizzate iniziative di sensibilizzazione dedicate all’infanzia con consulenze e visite gratuite. La struttura ha aderito all’evento tramite il centro di allergologia e fisiopatologia respiratoria pediatrica diretto dal dottor Roberto Bernardini, direttore della pediatria e neonatologia di Empoli.

Lunedì (30 maggio), nel corso della mattina, saranno effettuate visite e spirometrie gratuite per i bambini, in occasione delle quali sarà illustrato come e quando si possa sospettare la comparsa di asma e come si cura. L’accesso in ambulatorio sarà su prenotazione, infatti si potrà prenotare ogni mercoledì chiamando il numero 0571706891.

Durante la mattinata verrà distribuito anche materiale informativo realizzato dalla società italiana per le malattie respiratorie infantili (Simri) in collaborazione la società italiana di pediatria (Sip), Federasma (federazione che raccoglie le associazioni dei pazienti asmatici) e l’associazione AsmAllergiaBimbi che hanno contribuito a realizzare tale iniziativa di sensibilizzazione coinvolgendo i centri di allergologia e fisiopatologia respiratoria pediatrici italiani. In Toscana oltre l’ospedale di Empoli ha aderito anche l’ospedale Santa Chiara di Pisa.

“Nei Paesi occidentali, Italia inclusa – sottolinea il dottor Bernardini -, interessa oltre un bambino su 10 e ha notevoli ricadute, in termini di salute del paziente, di conseguenze cliniche in età adulta (basta pensare alla bronco-pneumopatia cronica ostruttiva), di spesa sanitaria, oltre che di assenze scolastiche e lavorative. Pertanto iniziative di sensibilizzazione nazionali e internazionali come queste sono importanti per far comprendere ai genitori e ai bambini le principali cause e i sintomi così da consigliare fin da subito idonei comportamenti, non solo terapeutici, da seguire. Del resto anche se per l’asma in età pediatrica vi sono linee guida nazionali e internazionali ben chiare, queste molto spesso non vengono correttamente seguite. Noi come centro di allergologia e fisiopatologia pediatrica dell’Asl Toscana Centro prendiamo in carico bambini asmatici con o senza allergia e con altre problematiche allergologiche (respiratorie, alimentari, da farmaci, da veleno di imenotteri, ecc.) inserendoli in un percorso di prevenzione e cura specifico per i loro bisogni”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.