Giornata contro l’omotransfobia, a San Miniato due iniziative con le scuole

Montanelli: "Educazione e rispetto, la principale forma di prevenzione delle discriminazioni"

In occasione della Giornata internazionale contro l’omotransfobia, il Comune di San Miniato ha realizzato due iniziative di sensibilizzazione che hanno visto l’attivo coinvolgimento del mondo scolastico. La prima ha riguardato la tinteggiatura di una panchina arcobaleno, grazie al coinvolgendo di una classe terza dell’Istituto tecnico Cattaneo, che l’amministrazione comunale, in collaborazione con la Commissione Pari opportunità, ha voluto collocare in piazza Lanfranco Benvenuti a San Miniato, dove hanno partecipato anche le associazioni del territorio che hanno sollecitato un momento di riflessione con le ragazze e i ragazzi sui temi dei diritti e delle discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.
Ringrazio il movimento Shalom, il Pomo di Venerə e l’associazione Frida per aver stimolato un momento di riflessione e di confronto con le ragazze e i ragazzi sulla giornata del 17 maggio e sull’importanza di far crescere una cultura basata sul rispetto delle diversità e sul riconoscimento della libertà di essere ciò che ognuno sente di essere – ha dichiarato Elisa Montanelli, assessora per le Pari opportunità – Dipingere questa panchina con i colori dell’arcobaleno significa prima di tutto inviare un messaggio chiaro e forte di una comunità inclusiva ed accogliente com’è San Miniato”.
La seconda iniziativa, che ha visto il coinvolgimento del mondo scolastico, ha riguardato l’adesione alla campagna di comunicazione nazionale promossa dalla Rete Ready, la Rete italiana degli Enti Locali impegnati per prevenire, contrastare e superare le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere, con la diffusione di manifesti con lo slogan Blocca l’odio, condividi il rispetto e grafica messa a disposizione dal Comune di Trento e Artigianelli. I manifesti sono stati affissi negli istituti superiori cittadini e nelle scuole medie inferiori.
 “Grazie ai dirigenti scolastici dell’istituto Cattaneo, del liceo Marconi, dell’Istituto Buonarroti e dell’Istituto Sacchetti per la collaborazione e la disponibilità ad aderire alla campagna lanciata dall’amministrazione comunale e per aver dato spazio in alcuni plessi a un momento di riflessione con una rappresentanza studentesca – dichiara ancora l’assessora Montanelli -. L’educazione al rispetto sono la forma fondamentale di prevenzione verso le discriminazioni, il bullismo e la violenza e mi fa piacere che le nostre scuole siano accanto alle istituzioni per far passare questo messaggio”.
La giornata è stata anche l’occasione per promuovere una collaborazione con i Comuni limitrofi di Santa Croce sull’Arno e Montopoli Val d’Arno, anch’essi appartenenti alla Rete, con i quali saranno portate avanti politiche coordinate anche per le iniziative future.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.