Quantcast

Mostre, dibattiti e danza storica: così Montopoli rivive la tradizione foto

Tutte le iniziative ideate per il 590esimo anniversario della Battaglia di San Romano

Nel mese di giugno, nel comune di Montopoli, saranno presentati una serie di eventi che avranno inizio il primo del mese, alle 18, nella saletta Nazzi e Rabai del Museo Civico, dove si terranno rispettivamente: l’inaugurazione della mostra La battaglia secondo JFC, con le opere di Jean Francois Coadou e a seguire Attualità del pittore Paolo Uccello, una scomposizione in chiave cubista della battaglia di San Romano di Anna Maria Ciampolini.

Il 5 giugno poi, alle 16,30, nel giardino del Museo Civico si terrà un’attività per famiglie a tema archeologico e storico. A questo proposito, la direttrice del Sistema Museale di Montopoli, Monica Baldassarri dichiara: “Il fatto di coinvolgere nel progetto anche i bambini, attraverso attività studiate per loro e non solo gli adulti, vuole rappresentare anche un invito ai cittadini affinché prendano parte tutti alla bella iniziativa”. Lo stesso giorno, dalle 16 alle 19 in piazza San Matteo, a Montopoli, il gruppo danza storica Pro Loco di Montopoli propone la forma coreutica della “battaglia” nella danza rinascimentale e “Il maestro cerimoniere educa alla danza i nobili di corte” a cura di Angelo Paolo De Lucia.

Si prosegue il 9 giugno, alle 21,15, nel salone mediceo, a San Romano con la conferenza del direttore degli Uffizi di Firenze, Eike Schmidt e con l’inaugurazione-mostra del figurino storico. Il 16 giugno, nello stesso salone e alla stessa ora, Ugo Barlozzetti presenterà Cenni introduttivi al contesto storico dalla rotta della torre di San Romano. Sempre nel salone mediceo, il 17 giugno, alle 18, sarà tenuta la conferenza sui vettovagliamenti dei soldati della Battaglia, a cura del professor Nicola Di Filippo. Vi sarà anche la degustazione. Gli eventi proseguono il 18 e 19 giugno dalle 16 in piazza della Costituzione a San Romano con la “Battaglia dei Sapori”, in cui ci saranno sia fonti di intrattenimento sia stand gastronomici. Il tutto si concluderà il 29 giugno alle 21,15 nel salone mediceo di San Romano con la conferenza del professor Franco Cardini. 

“Ritengo molto importante ricordare il nostro passato e tramandarlo alle future generazioni attraverso iniziative come questa – ha commentato il sindaco Giovanni Capecchi-. Inoltre è un modo per stare insieme promuovendo il territorio, aiutando le imprese locali a ripartire dopo due anni di pandemia. Mi preme ringraziare Promo Cultura, il Sistema Museale, la Pro Loco, il Ccn di san Romano, il Santuario di San Romano e il Gruppo di studio territoriale che si è occupato nella ricostruzione del luogo preciso della Battaglia”.  A questo proposito, l’assessore alle attività produttive e alla valorizzazione e promozione del territorio Valerio Martinelli, precisa: “Il lavoro di sinergia per giungere a un obiettivo comune, portato avanti da realtà molto diverse sul territorio, è stato bello e valido soprattutto per il progetto di valorizzazione e conoscenza dei nostri luoghi”.

“Vogliamo dire che San Romano esiste e ci interessa soprattutto farlo conoscere ai giovani, che non sono consapevoli della storia che ha alle spalle, così come della Battaglia. Più che quest’ultima, però, per noi è importante dar risalto ai dipinti di Paolo Uccello in cui essa è raffigurata e ai luoghi in cui si è svolta, tra cui Torre Giulia, al cui interno si terrà poi una mostra con il materiale che il gruppo di studio territoriale ha raccolto. Il nostro è un programma che vuole collegare tutto il Comune: la biblioteca metterà a disposizione il volume di Ignazio Donati e creerà una sezione dedicata ai libri sul tema della Battaglia.”, ribadisce l’assessora alla cultura Cristina Scali”. 

Presenti alla conferenza anche  vicepresidente della Pro Loco, Padre Massimo Sebastiani del convento di San Romano e Bernardo Carannante presidente Ccn San Romano.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.