Mancati lavori sulla FiPiLi, Fdi presenta un’interrogazione alla Regione Toscana

I consiglieri: "È un girone infernale e un freno alla competitività dell'economia regionale"

Fratelli d’Italia tuona contro il presidente della regione Toscana, Eugenio Giani, per la mancata messa in sicurezza della FiPiLi.

“Che fine ha fatto Toscana Strade S.p.a.  che doveva risolvere gli annosi problemi della Fi-Pi-Li? Giani aveva promesso che
la nuova società, che avrebbe dovuto gestire la superstrada, sarebbe stata realizzata entro il 2020 e invece se ne sono perse le tracce. Ce la farà il governatore a vararla entro fine legislatura? Che fine hanno fatto i lavori di adeguamento e messa in sicurezza della superstrada? Anche la Città metropolitana di Firenze ammette l’inadeguatezza della Fi-Pi-Li: basta con la politica delle toppe, con gli annunci da campagna elettorale. La FiPiLi è una sorta di girone infernale con automobilisti, pendolari, lavoratori costretti a continue code quotidiane, ma costituisce anche un freno alla competitività dell’economia regionale. Dimostra il fallimento del Pd”, dichiarano il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Alessandro Capecchi, il vicepresidente della Commissione Trasporti, il capogruppo Francesco Torselli, ed i consiglieri Diego Petrucci, Vittorio Fantozzi e Gabriele Veneri, che presenteranno un’interrogazione alla Regione Toscana.

“Siamo alla vigilia della stagione estiva con la FiPiLi che sarà presa d’assalto da vacanzieri e turisti che, immancabilmente, dovranno fare slalom tra cantieri e buche. Serve un intervento strutturale per risolvere i problemi quotidiani della superstrada che non rispetta gli standard di sicurezza: crateri, svincoli e intersezioni ne fanno una strada non a norma”, sottolineano i consiglieri di Fratelli d’Italia.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.