A Pisa un convegno sulle novità in endocrinologia pediatrica

Durante il convegno si parlerà quindi di metabolismo glicidico e obesità, patologia surrenalica e tiroidea, disturbi della crescita, ipoglicemie, rachitismi, gestione del criptorchidismo.

I percorsi diagnostico-terapeutici delle malattie endocrino-metaboliche e del diabete mellito nel neonato, nel bambino e nell’adolescente sono in continua evoluzione, favoriti dai costanti progressi in ambito scientifico e dalla possibilità dei più attuali interventi terapeutici in grado di migliorare la qualità di vita dei piccoli pazienti.

E’ sulla base di queste considerazioni che il professore Diego Peroni, direttore dell’Unità operativa di Pediatria dell’Aoup e il dottor Silvano Bertelloni, responsabile dell’Endocrinologia pediatrica, hanno organizzato la terza edizione del convegno “Endocrinologia pediatrica: nuove acquisizioni” che si terrà al Polo Le Benedettine (Piazza San Paolo a Ripa d’Arno, 16 – Pisa) i prossimi 27 e 28 maggio.

“In questo settore – dichiara il professor Peroni – è necessaria una formazione di qualità in costante aggiornamento. Tale attività formativa deve riguardare tutti i professionisti che in ogni setting assistenziale si prendono cura dei minori”.

“Per migliorare l’efficacia delle cure e l’adesione a terapie croniche sempre più spesso innovative – aggiunge il dottor Bertelloni – occorre una sempre maggiore integrazione tra centri di riferimento e territorio per condividere le conoscenze sui nuovi strumenti terapeutici”.

E, a proposito di integrazione delle cure, per la dottoressa Emioli Randazzo, responsabile del Servizio di Diabetologia pediatrica nonché referente scientifico del convegno “è necessaria non solo una presa in carico olistica per la prevenzione e la cura di una patologia impegnativa come il diabete di tipo 1, ma anche far fronte al problema emergente dell’obesità e del diabete tipo 2, che oggi rappresentano una nuova sfida assistenziale in ambito pediatrico”.

Durante il convegno si parlerà quindi di metabolismo glicidico e obesità, patologia surrenalica e tiroidea, disturbi della crescita, ipoglicemie, rachitismi, gestione del criptorchidismo. Di particolare rilievo le tre letture magistrali su ipotiroidismo congenito della dottoressa Antonella Oliviero (responsabile del Registro nazionale dell’Istituto superiore di sanità), patologie endocrine indotte dall’uso di farmaci anticonvulsivanti del professore Salvatore Grosso (presidente della Società italiana di Pediatria, sezione Toscana) e vitamina D del professor Peroni (ordinario di Pediatria all’Università di Pisa).

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.