Residenze artistiche, Fucecchio e San Miniato fanno squadra

I due Comuni del comprensorio del Cuoio entrano nella rete

Dopo aver condiviso il piano strutturale per lo sviluppo del territorio, i comuni di Fucecchio e San Miniato estendono la loro collaborazione anche all’ambito culturale. Insieme hanno partecipato a Firenze alla presentazione della rete a sostegno delle residenze artistiche, un progetto che coinvolge oltre 30 comuni toscani, tra cui Firenze, nella valorizzazione dei piccoli e medi teatri. L’obiettivo è quello di favorire il rilancio del teatro come presidio culturale e sede di imprese di produzione e progettazione di spettacoli.

Questa mattina (26 maggio) nella sala Pegaso della Regione Toscana, alla presenza del presidente Eugenio Giani, è stato siglato il protocollo d’intesa tra tutte le amministrazioni comunali che sostengono la rete alla quale ha aderito anche l’Anci, l’associazione nazionale dei comuni italiani. Per i Comuni di Fucecchio e San Miniato erano presenti il sindaco Alessio Spinelli, gli assessori alla cultura Daniele Cei e Loredano Arzilli e il direttore del Teatrino dei Fondi, l’associazione che gestisce sia il Teatro Pacini di Fucecchio che il Teatro Quaranthana di San Miniato, Enrico Falaschi. Proprio il Teatrino dei Fondi farà da trait d’union tra le attività culturali dei due comuni che sosterranno questa rete per le residenze artistiche.

“Abbiamo deciso di unire le forze – hanno detto i rappresentanti dei due comuni e del teatrino dei fondi – perchè crediamo molto nella sinergia tra le amministrazioni locali e perchè le esperienze che finora abbiamo condiviso si sono rivelate sempre molto positive. Crediamo che in questo periodo post pandemia sia quanto mai necessario investire in cultura e sostenere i teatri come vere e proprie sedi di produzione artistica, dove realizzare nuovi progetti e valorizzare le professionalità”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.