Gli studenti dell’Istituto Modartech e Zerosettanta Studio insieme per Pitti Immagine Uomo foto

Marco Landi: "La realizzazione fresca e dinamica in un connubio di tradizione e innovazione che è l’anima stessa del settore moda"

La prossima edizione di Pitti Immagine Uomo, che si terrà a Firenze dal 14 al 17 giugno, darà spazio al progetto didattico che ha visto protagonisti gli studenti del terzo anno del corso di laure in Fashion Design dell’Istituto Modartech (scuola di alta formazione di Pontedera), in collaborazione con lo storico marchio della famiglia Landi, Zerosettanta Studio. In particolar modo, i capi che saranno proposti in fiera a buyer italiani e internazionali all’interno della collezione primavera estate 2023, sono quelli delle studentesse Erika Guarino e Carlotta Citi. La presentazione delle capsule collection a cura delle due giovani designer è in programma martedì 14 giugno alle 12 all’interno dello spazio di Zerosettanta Studio in Fortezza da Basso. I capi resteranno esposti per tutta la durata della manifestazione.

La collezione sviluppata da Erika Guarino punta ad accostare lee forme dei capispalla tradizionali dei butteri alle proprietà dei capi più tecnici, unendo così i valori e i sapori classici della Toscana a elementi moderni. I tessuti hi tech saranno quindi affiancati a dettagli vintage, imbottiture leggere e sintetiche, in modo da dare vita a capi che travalicano le stagioni, per essere indossati in città e nel weekend “open air”. Ispirandosi invece al film The Family Man, Carlotta Citi esplora la possibilità di far convivere il vecchio e il nuovo, selezionando capi da guardaroba formale rinfrescandoli con forme, materiali e texture casual e più giovanili, per creare una collezione sportswear maschile e metropolitana, composta da capi versatili dall’anima urban, con attenzione ai dettagli che diventano identificativi: contrasti estetici, tattili, visivi dati dalla ricercatezza dei materiali e dall’originale mix di stampe.

Nella collezione primavera estate 2023 di Zerosettanta Studio entreranno tre capi disegnati da ciascuna studentessa. “La nostra azienda – dichiara Marco Landi – si rivolge ai giovani, dando la possibilità agli studenti di Istituto Modartech di lavorare in industria, ideare il nuovo, rispettando tempi e modi della produzione e ricevendo in cambio, una realizzazione fresca e dinamica in un connubio di tradizione e innovazione che è l’anima stessa del settore moda.”

“Un’occasione – dichiara Alessandro Bertini, Direttore Istituto Modartech – che arriva al termine di un progetto didattico in cui abbiamo creduto molto. La Scuola vanta una rete di collaborazioni attive con aziende e partner nei principali distretti del Made in Italy, le esperienze a stretto contatto con i brand della moda fanno parte del nostro Dna”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.