Il teatro in inglese porta sul palco i ragazzi della scuola Montanelli Petrarca

Rappresentato l'adattamento teatrale in inglese di "Il Signore delle Mosche"

Alle 18,30 del primo giugno, i giardini della scuola Montanelli Petrarca di Fucecchio ospiteranno lo spettacolo di Firenza Guidi, adattamento di Lord of the Flies, in collaborazione con gli allievi delle classi prime. Il Signore delle Mosche è un classico scritto da William Golding, insegnate e presidente di una scuola britannica, poco dopo la fine della Seconda guerra mondiale e che vincerà il Nobel nel 1983. Nella trama originale, un gruppo di studenti tra i sei e i dodici anni naufraga su un’isola sperduta. Qui i ragazzi devono inventarsi un modo per funzionare come società priva di adulti, creando regole e un sistema che dovrebbe per trovare un equilibrio a possibile quotidianità. Nel romanzo il gruppo si scinde al momento in cui Jack, il cacciatore dalla selvaggia sete di potere, usurpa il comando dal mite Ralph e il suo compagno Piggy, imponendosi sui superstiti. In questa comunità fragile e precaria, la situazione degenererà con l’uccisione di due ragazzi, Piggy e Simon. Lo stesso ralph, il leader buono, rischierà di perdere la vita.

Nel proprio adattamento teatrale in inglese, Firenza Guidi cercherà di stabilire una connessione tra Il Signore delle Mosche ed Harry Potter. Sicuramente il secondo citato è uno degli artefatti più amati dal pubblico degli ultimi anni e proprio per questo, nonostante la diversa ambientazione, la regista ha immaginato che i ragazzi fossero vestiti in modo simile agli adorati personaggi di Harry Potter. Nell’interpretazione della Guidi, inoltre, i bambini non sono veramente naufragati in un’isola deserta, ma sono parte di un gioco di ruolo, fatto di rimandi, di ricordi e ammonimenti dove i personaggi, ormai oramai cresciuti e diventati professori di un college, giocano insieme agli alunni. Ecco che allora i bambini e gli adulti si intersecano nel loro immaginario in un meraviglioso gioco ai limiti della realtà e finzione. Finita la “ricreazione”, poi, professori e alunni torneranno in classe per le loro lezioni quotidiane.

I temi trattati saranno comunque profondi, legati a paura, ansia, smarrimento, sbandamento e assenza di una figura “adulta” che possa proteggere e confortare . Si uniscono anche momenti di ballo, di eruzione, ribellione e sabotaggio di un sistema scolastico che potrebbe essere chiuso e stantio. Tra i grandi colossi pop i ragazzi intonano i versi da The Wall dei Pink Floyd e Stronger di Kanye West che hanno accompagnato l’immaginario collettivo degli adulti odierni, ma non solo.

I performer sarano: Laura Bencini, Pietro Canovai, Daniele Milano, Andrea Miluccio, David Murray, Giacomo Paoletti, Sara Toti. Parteciperanno i ballerini: Jurgen Romaniello e Federica Veracini della scuola Atena Dance Team di Massimo e Arianna Boldrini. I protagonisti saranno però gli aluni delle classi prime medie. Nel primo gruppo: Elena Baldinotti IF, Alice Boccabella IC, Samuele Brienza IF, Margherita De Angelis IG, Stella D’Angelo IF, Giacomo Di Stefano IB, Davide Falcone IC, Chiara Ferrali IG, Vittoria Frediani IC, Ali Hachi IF, Adam Labhel IF, Jonathan Magini IA, Violante Mori iF, Swami Pauli IG, Joele Pellegrino IA, Yari Pellegrino IE, Julia Prolifici IC, Luca Schembri IB, Elena Spinelli IG, Alessandro Wang IA. Nel secondo gruppo invece ci saranno: Thomas Agasi IC, Riccardo Bontà IC, Vittoria Bontà IF, Ariel Dervishi IB, Mattia Dia IC, Nicole Dia ID, Allin Garcia Ramirez IB, Lucia Gorelli IC, Rachele Lazzeretti IG, Nora Marabotti IC, Francesco Marrucci IG, Miriam Poggiali ID, Anita Radicchi IC, Clelia Rinaldi ID, Gabriele Salvadori IH, Rebecca Sollazzi IF, Matilde Tortorelli IG, Duccio Ulivieri IF, Zhang Lan Xi IC. Design Team a cura di: Firenza Guidi, Dalia Miscio, David Murray. Original Music & Sound Design: David Murray. Documentazione video e Drone: Daniele Milano, Dalia Miscio. Documentazione fotografica: Aurelio Cupelli. Coordinatrice per la Scuola Pamela Cecconi.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.