San Miniato, è tornata la Notte Nera: tartufo e prodotti tipici protagonisti foto

Eugenio Giani e Simone Giglioli insieme per il taglio del nastro che apre le danze alla stagione

Tornano i grandi eventi in presenza. È stata inaugurata ieri sera (11 giugno) la Notte Nera a San Miniato. All’iniziativa, promossa e coordinata da Confcommercio Pisa, San Miniato Promozione e dall’amministrazione comunale, era presente anche il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, il quale, insieme ai rappresentanti delle associazioni presenti e al sindaco, Simone Giglioli, ha dato il via alla serata con il taglio del nastro a cui è seguito l’evento Lounge Truffle, sotto i Loggiati di San Domenico.

“Oggi dopo due anni torna la Notte Nera – afferma il sindaco Simone Giglioli – e non è cosa da poco in quanto testimonia anch’essa il lento ritorno alla normalità. San Miniato è la piccola bomboniera in cui questa manifestazione prende vita, anche perché l’enogastronomia è una delle vocazioni della città e in particolar modo stasera celebriamo il tartufo nero (estivo). Voglio anche ringraziare tutte le associazioni presenti dalla Misericordia, ai Carabinieri e molte altre per contribuire alla messa in piedi dell’iniziativa”.

Anche il presidente della regione, Eugenio Giani, commenta la manifestazione: “San Miniato intreccia cultura, economia ed enogastronomia. Serate come questa, rappresentano bene il connubio di questi tre fattori, non dimenticando di celebrare la bellezza della nostra terra, quindi complimenti anche all’amministrazione che sta facendo vivere questo centro storico. Inoltre, voglio anche ricordare il compleanno di San Miniato, non dimenticando che nel 1622, fu proprio Maria dei Medici, incaricata dal Granducato, a definire per la prima volta “città”, San Miniato, costituendovi poi anche una diocesi”.

“Mi associo alle parole precedentemente dette, – afferma Marzio Gabbanini, presidente di San Miniato Promozione – San Miniato merita una festa come questa, che celebra un prodotto molto importante per l’economia della città, quale è il tartufo, che deve essere omaggiato tutto l’anno”.

Dopo queste parole, immancabile l’esperienza Lounge Truffle, sotto i Loggiati di San Domenico, che si è svolta dalle 19 alle 22 e a cui hanno preso parte, tra degustazioni di vini e piatti rivisitati a base di tartufo nero, lo chef e conduttore tv Simone Rugiati, accompagnato dagli chef: Stefano Pinciaroli (PS Ristorante),Paolo Fiaschi (Papaveri e Papere), Simone Bertaccini (Soul K), Samuele Senesi (Osteria del Tartufo), Loretta Fanella (Pastry Lab), Federico Ciabattini (Essenza). Presenti anche l’associazione vignaioli di San Miniato e i commercianti di tartufo delle colline sanminiatesi con i loro prodotti tipici.

Anche lo chef e conduttore televisivo Simone Rugiati ha voluto ringraziare l’organizzazione, gli chef, i presenti e coloro che hanno permesso l’evento, affermando: “Oggi si celebra il tartufo nero, ma a San Miniato tutti i prodotti sono veramente buoni e di qualità e questo grazie anche agli chef dei ristoranti, che con i loro piatti attirano molte persone, facendo rivivere il centro della città”.

San Miniato quindi si è distinta tra musica, spettacoli per le strade del centro, ristoranti colmi di persone, ed esperienze culinarie per celebrare non solo il tartufo nero, ma un territorio ricchissimo di possibilità e prodotti tipici che attraggono ogni anno tantissime persone non solo dall’Italia, ma anche dall’estero.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.