Cittaslow, San Miniato vince la chiocciola orange del contest ‘Best practices 2022’

Premio per i vicoli carbonai, il 'Cibo della terra' e la scuola al Museo Archeologico di San Genesio

Il Comune di San Miniato si è aggiudicato la chiocciola orange del contest Best practices 2022 organizzato dalla rete Cittaslow.
La Città della Rocca ha sbaragliato le 27 città provenienti da tutto il mondo che hanno partecipato al concorso (sono 293 complessivamente quelle aderenti alla rete), presentando tre progetti ritenuti virtuosi: l’esperienza dei Vicoli Carbonai, il Mercato della terra e la scuola al Museo dell’Area archeologica di San Genesio.
Secondo la commissione valutatrice, la qualità dei progetti presentati ha ricevuto il massimo dei voti per la “promozione di una visione organica del territorio secondo la filosofia slow, utilizzando vari strumenti”. La consigliera delegata ai progetti Cittaslow, Lucia Alessi, venerdì scorso si è recata ad Orvieto, sede della Rete Cittaslow International, a ritirare il premio che oggi ha consegnato al sindaco Simone Giglioli, agli assessori Elisa Montanelli e Loredano Arzilli e ai referenti dei progetti: Alessio Guardini Anna Braschi dell’associazione Moti Carbonari e a Matteo Pieri presidente del Mercatale di San Miniato.
“Il Comune di San Miniato si è aggiudicato questo importante riconoscimento internazionale presentando tre progetti di grande qualità, che sposano alla perfezione la filosofia slow della Rete – dichiara Lucia Alessi, consigliera delegata per le Cittaslow -. Con molta soddisfazione ho partecipato alla presentazione del progetto ad Orvieto dove, oltre alla consegna del riconoscimento, c’è stata soprattutto l’occasione per poter scambiare le buone pratiche con le 293 città che aderiscono ai progetti della Rete. San Miniato ha un potenziale enorme e, grazie alle associazioni del territorio, stiamo intessendo rapporti e relazioni che fanno bene a tutto il territorio”.
“Ricevere questo riconoscimento così importante è il segno che la nostra Città ha tutte le qualità per promuovere il buon vivere e costruire uno stile di vita sano, attento all’ambiente e promotore di quella coesione sociale che è alla basa del concetto di comunità – dichiarano il sindaco Simone Giglioli e gli assessori Elisa Montanelli Loredano Arzilli che seguono da vicino i progetti vincitori – Ci siamo aggiudicati l’ambito premio della chiocciola arancione con tre progetti che riguardano l’educazione scolastica, la relazione fra città e aree rurali e la qualità del cibo, valori sui quali si fonda la nostra idea di buona politica che, senza l’adeguato supporto del mondo associativo e scolastico, sarebbe però rimasta solo una buona idea. Per questo ringraziamo l’associazione Moti carbonari che ha fatto dei vicoli il vero fiore all’occhiello del centro storico, riscoprendo l’antico sentiero che circonda la città, cerniera tra città e campagna, e sviluppando, attraverso la coesione sociale, finalità di recupero ambientale culturale e storico. Il ‘Cibo della terra’ che unisce il cibo sostenibile all’estro dei cuochi del territorio è un progetto che nasce all’interno delle iniziative del Mercatale, che dobbiamo ringraziare perché nel tempo ha saputo crescere ed ampliarsi, e infine la scuola al Museo Archeologico di San Genesio, una necessità di reperire nuovi spazi scolastici per la pandemia che, in questi due anni, è diventata un’opportunità”.
“Grazie al sostegno del direttore dei Musei civici, Lorenzo Fatticcioni – proseguono gli assessori – questa esperienza è diventata un’occasione per integrare la didattica con l’area museale, grazie ad un lavoro di collaborazione che ha coinvolto anche l’Istituto comprensivo Sacchetti, la soprintendenza e l’università di Pisa. Con l’ultimazione della copertura, l’area degli scavi torna visibile e questo sarà un ulteriore incentivo allo sviluppo del progetto che, anche per il prossimo anno scolastico, è stato riconfermato – concludono – Il successo di questo premio ci spinge ad andare avanti su questa strada, facendoci capire che è quella giusta, l’unica percorribile se vogliamo avere attenzione per l’ambiente, promuovere la sostenibilità e soprattutto avere territori sempre più vivibili”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.