Corpus Domini, infioratori al lavoro da stasera

Già dal pomeriggio di oggi si iniziano ad allestire i tappeti sulle strade del paese

Torna domani (19 giugno) a Fucecchio, come non si vedeva da due anni a causa delle note restrizioni socio sanitarie, l’Infiorata del Corpus Domini realizzata dal gruppo Infioratori della pro loco in occasione della tradizionale processione.

I maestri infioratori fucecchiesi realizzeranno gli splendidi quadri floreali lungo le vie del centro dove resteranno fino alle 19. L’allestimento inizia dalle 18 di oggi (18 giugno) e si protrarrà per tutta la notte, per regalare al mattino uno splendido tappeto di petali, fiori e colori.

La tradizione dell’Infiorata in Italia pare abbia avuto inizio nel 1265 nella Basilica Vaticana e ben presto fu imitata in tutto il mondo cattolico per lo splendore e il decoro che sembrava conferire alle feste e celebrazioni ecclesiastiche.

A Fucecchio l’usanza di cospargere le strade di rametti di bosso, di fiori di stagione (acacia, ginestre, garofani, rose…) e di ogni altro tipo di materiale naturale alternando delle composizioni di sacre figure risale 1600, ma è solo nei primi anni novanta che questa antica tradizione è stata riscoperta e rivalutata, grazie alla Pro Loco, divenendo a poco a poco una vera opera d’arte proiettando l’Infiorata di Fucecchio tra le più rinomate ed apprezzate a livello nazionale.

Quella dell’Infiorata è una tradizione che negli anni è cresciuta moltissimo a Fucecchio tanto che il gruppo degli Infioratori è entrato a far parte del consiglio nazionale dell’associazione città dell’Infiorata, divenendo protagonista di alcune tra le maggiori rassegne di arti effimere e tra le più importanti iniziative di carattere artistico e religioso, portando la propria arte in città come Roma, Firenze, Assisi, Noto, Pietra Ligure, nella Ciociaria, Montenero di Livorno, a Pietra Ligure ed anche fuori dai confini nazionali fino in Spagna e Messico.

Nei giorni scorsi una delegazione è stata ospite nella città di Padova dove ha realizzato un grande quadro floreale sul sagrato della basilica di Sant’Antonio. Per gli Infioratori fucecchiesi raggiungere quest’ultimo obiettivo, grazie all’arte dell’Infiorata, é stato come realizzare un sogno.

La giornata di domani (19 giugno) a Fucecchio sarà aperta alle 9, nella Chiesa Collegiata, dalla Santa Messa alla presenza del Vescovo di San Miniato Andrea Migliavacca. Al termine della funzione religiosa, intorno alle 10.00 partirà la processione alla quale prenderanno parte anche i bambini della Prima Comunione. Dalla Chiesa Collegiata e dal poggio Salamartano la processione proseguirà lungo le vie del centro (via San Giorgio, piazza Lavagnini, via Castruccio, Piazza Garibaldi, via San Giovanni, piazza Vittorio Veneto, Borgo Valori, via Donateschi, corso Matteotti, via La Marmora, via del Giglio, piazza Amendola, via Checchi, piazza Montanelli, via Landini Marchiani) per concludersi nel Santuario di Santa Maria delle Vedute.

Il tappeto floreale realizzato nella notte, che dura lo spazio di un giorno, viene rigorosamente rispettato dalla popolazione fino al passaggio della processione del Corpus Domini. Gli stessi partecipanti, passano ai lati del tappeto, e vi lasciano transitare sopra solo quel piccolo gruppo che porta in trionfo il corpo divino del Signore. Inoltre popolazione, residente lungo il percorso partecipa alla festa, aprendo porte e finestre, addobbandole per la circostanza con tappeti e composizioni floreali. I quadri resteranno fino alle ore 19.30.

Quest’anno novità assoluta il primo incontro fiat 500 dalle 8,30 alle 10,30 circa in via Landini Marchiani in collaborazione con il Fiat 500 club Italia con le auto dal 1957 al 1977 addobbate per l’occasione.

Le modifiche alla circolazione nei giorni 18 e 19 giugno.

Per consentire la realizzazione dei tappeti floreali, la relativa esposizione al pubblico, e lo svolgimento della processione del Corpus Domini con ordinanza n. 77 del 09/06/2022 è istituito il divieto di circolazione e di sosta con rimozione coatta dei veicoli: dalle 14 di oggi (18 giugno) alle 24 di domenica 19 giugno in via Donateschi, via Nelli, via Curtatone, corso Matteotti e via Machiavelli; dalle 9 alle 24 di domani (19 giugno) in piazza Vittorio Veneto, piazza Niccolini, via Donateschi, via Nelli, via Curtatone, corso Matteotti, via Machiavelli, via la Marmora (fino all’incrocio con Via del Giglio), via del Giglio, piazza Amendola, via Arturo Checchi, piazza Montanelli e via Landini Marchiani.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.