Cucciolo di falco obiettivo di un gatto, salvato

Consegnato al Guardiaparco

Più informazioni su

Nella mattinata di oggi, martedì 28 giugno, un cittadino  ha ritrovato un esemplare di falco nato da pochi giorni e non ancora in grado di volare e di procurarsi il cibo.

Il giovane gheppio, che era divenuto obiettivo di un gatto, è stato messo al sicuro e consegnato ai Guardiaparco della tenuta di San Rossore a Pisa.

Domani, 29 giugno, tramite l’associazione ‘Amici a Quattro Zampe’ verrà trasferito al Ce.t.r.a.s. di Empoli, Centro Toscano Recupero Animali Selvatici, per le cure ed il successivo svezzamento dell’animale. Una volta autosufficiente potrà essere rimesso in libertà.

“In questo periodo non è raro trovare in aree boscate o anche in città giovani esemplari di rapaci (gheppi e civette) non ancora completamente in grado di volare o di alimentarsi: in questi casi – sottolineano le Guardie del Parco -, è bene lasciare in loco l’uccello, evitando di toccarlo con le mani, perché la madre continuerà ad alimentarlo fino all’autosufficienza. Nel caso invece il piccolo fosse oggetto di qualche minaccia, occorre munirsi di guanti prima di toccarlo, mettendolo poi in una scatola con dei fori di aerazione per consegnarlo ai Guardiaparco, oppure alla polizia Municipale se rinvenuto fuori dal Parco”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.