Un nuovo mezzo per i trasporti alla Misericordia di Empoli

L'obiettivo è sostenere le categorie più fragili della popolazione

La collaborazione tra Progetti del Cuore e le città italiane, con lo scopo di aiutare le persone bisognose di ogni comunità, procede spedita e raggiunge anche il comune di Empoli. Alla Arci Confraternita Misericordia, un’associazione di volontariato che opera nel vasto settore della solidarietà ponendosi come obiettivo quello di fornire assistenza ai bisognosi, è stato consegnato in comodato d’uso gratuito un Fiat Doblò per garantire i servizi di trasporto alla cittadinanza.

Un aiuto offerto a persone che vivono in stato di indigenza, come anziani con difficoltà deambulatorie che hanno bisogno di un sostegno nello svolgimento delle attività quotidiane. Si tratta di un trasporto socio-solidale che permette a chi ne usufruisce di poter sostenere visite mediche, visite specialistiche nella massima sicurezza e le pratiche quotidiane, come ad esempio andare a ritirare la pensione.

La Arci Confraternita Misericordia di Empoli offre servizi alla persona che comprendono un’ampia serie di attività rappresentate come vere e proprie relazioni d’aiuto, come per esempio i servizi di accompagnamento e trasporto alle persone anziane e diversamente abili, i servizi di compagnia agli anziani soli, il segretariato sociale, la consegna dei pasti a domicilio e tutti i molteplici progetti che riguardano la solidarietà e la cura dell’individuo. Il capitale umano, 400 volontari, 160 dipendenti e oltre 5mila confratelli, costituisce il principale punto di forza dell’ Arciconfraternita.

Attraverso l’automezzo attrezzato consegnato da I Progetti del Cuore, la Misericordia di Empoli ha fornito un aiuto concreto alla cittadinanza che ha bisogno di supporto nelle attività quotidiane. Il mezzo parte da Empoli e arriva lungo i comuni limitrofi, fino a spingersi nei centri ospedalieri più importanti della Toscana. La cerimonia di consegna è avvenuta venerdì, 1 luglio, nella sede dell’ente a Empoli.

“Ricevere questo mezzo per noi è fondamentale – spiega il presidente Fabrizio Sestini – grazie all’impegno de “I Progetti del Cuore”, possiamo assicurare tanti servizi alla cittadinanza. Le richieste delle persone anziane sono molte in questo periodo, vi posso assicurare che il mezzo non starà fermo neanche un’ora. Tra le nostre attività c’è anche quella del trasporto sanitario, come il 118. Oltre al trasporto sanitario, organizziamo anche un trasporto di tipo sociale, che guarda verso le persone con difficoltà motorie e disabilità. La maggior parte sono anziane, è vero, ma non ci sono condizioni di limiti d’età. Assistiamo la popolazione anche nelle pratiche quotidiane, con circa 2mila spostamenti all’anno nel complesso. Tutto questo grazie all’aiuto di 400 volontari, essenziali per assicurare lo svolgimento corretto del lavoro”.

A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, testimonial de “I Progetti del Cuore” che ha presentato l’iniziativa. “La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile verso chi ha bisogno. Con questa iniziativa si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili. Quello che mi ha spinto verso “I Progetti del Cuore” è senz’altro la vocazione di iniziative come questa. Voler contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria”. Ed è stato proprio grazie alla partecipazione delle attività locali che si è potuta garantire l’esistenza di questo servizio, che corrisponde ad una necessità imprescindibile sul territorio. Le aziende che hanno aderito, oltre a trasferire sul proprio marchio il valore aggiunto di questo nobile servizio, hanno potuto sostenere e aiutare i membri più fragili della comunità.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.