Manutenzione delle scuole in estate, Santa Croce sull’Arno programma 150mila euro di lavori

Tutto sarà portato a termine compatibilmente con la possibilità di reperire materiali e maestranze

Quest’anno gli interventi in programma riguardano i plessi delle scuole medie Banti, la scuola d’infanzia Albero Azzurro, le scuole primarie Copernico, Carducci e Torello della Maggiore. Con la fine delle attività scolastiche e come ogni anno infatti, si apre un periodo di lavori e manutenzioni nei plessi scolastici di Santa Croce sull’Arno in cui sono emerse necessità. Sono lavori progettati e messi in programma dagli uffici già nei mesi scorsi e recentemente comunicati a una rappresentanza di tutto l’istituto comprensivo.

Alle scuole medie Banti si andranno a completare i lavori di sostituzione delle finestre, eseguiti in gran parte nel 2020 con il lavoro complessivo di efficientamento energetico dell’edificio. L’intervento permetterà di sostituire alcune vecchie finestre con nuovi infissi a taglio termico e vede un importo lavori di circa 20mila euro.

Le scuole Carducci saranno quest’anno oggetto dei lavori più consistenti. Qui, infatti, si è resa necessaria la realizzazione di una nuova aula, divenuta indispensabile grazie all’istituzione ormai consolidata della sezione a tempo pieno. Per trovare gli spazi necessari è stata progettata una nuova aula a piano terra, sfruttando parte della palestra. Saranno, inoltre, ristrutturati parte dei bagni. Un intervento che vede un impegno economico di 37mila euro.

Il plesso delle Carducci, insieme alla scuola d’infanzia Albero Azzurro, sarà inoltre oggetto di una riqualificazione degli spazi all’aperto. L’intervento, dell’importo complessivo di 38mila euro, prevede la realizzazione di zone con pavimentazione in gomma o sintetica, in modo da aumentare la sicurezza per le bambine e i bambini e rendere fruibile l’esterno anche in inverno e una manutenzione complessiva del verde. In questo modo l’Albero Azzurro riacquisterà un giardino perfettamente idoneo per le attività all’esterno e la scuola Carducci potrà godere di uno spazio esterno più adeguato all’esigenza dettata soprattutto dalle classi a tempo pieno che con il prossimo anno scolastico saranno ben tre.

Sono state programmate, inoltre, le imbiancature delle aule delle scuole primarie Copernico e Torello della Maggiore; si tratta di un intervento che vede un impegno di spesa di 15mila euro. Il complesso delle manutenzioni è programmato e in parte già affidato. La progettazione è iniziata dai lavori più urgenti, come la realizzazione dell’aula alla scuola Carducci, per poi arrivare via via ai lavori necessari ma che non presentano la stessa urgenza. Tutto sarà portato a termine compatibilmente con la possibilità di reperire materiali e maestranze, che in questo periodo rappresenta spesso l’impedimento più grande nel completare le opere.

Oltre ai lavori di manutenzione sono stati reperiti 30mila euro per gli arredi scolastici: come ogni anno tra la fine di un anno scolastico e l’inizio di quello nuovo, il Comune si occupa di comprare banchi, sedie, arredi vari, tra cui anche tende e veneziane, per consentire la ripresa delle attività scolastiche in ambienti idoneamente attrezzati.

“Da qualche anno – spiega la sindaca Giulia Deidda – siamo riusciti ad ottimizzare il coordinamento con l’istituto comprensivo in fatto di manutenzioni. Sono felice di questo perché il nostro impegno in termini di risorse e di energie sulla scuola è massimo da sempre, ma avevamo la percezione che mancasse un anello nella comunicazione da entrambe le parti. Vedersi con le e i referenti dei plessi ogni anno prima dell’inizio dell’estate, momento utile per fare i lavori, è una buona abitudine che permette a noi di raccontare i progetti e a loro di essere informati contemporaneamente su tutte le situazioni. Per questo abbiamo voluto aspettare questo incontro prima di rendere pubblico il piano delle manutenzioni dell’estate 2022, un piano che mette in ballo quasi 150mila euro e che permetterà di dare alcune risposte in maniera veloce.

Abbiamo dato grande spazio alle scuole anche nella progettazione con cui abbiamo partecipato ai bandi Pnrr perché se è vero che ogni anno servono risposte immediate ad esigenze contingenti, è altrettanto vero che i nostri edifici e i nostri servizi scolastici devono anche essere al centro di una progettazione di più ampio respiro che guarda al futuro”.

“Le necessità – aggiunge l’assessore Daniele Bocciardi – sono sempre tante e tutte importanti, ma come ogni anno ci siamo concentrati su ciò che è più urgente, confidiamo poi di riuscire a dare altre risposte anche nell’arco dell’anno. Il tema vero adesso è riuscire a contenere il più possibile le spese, visti gli aumenti continui dei prezzi dei materiali e trovare le ditte per eseguire tutti i lavori prima del 15 settembre, l’ufficio è al lavoro perché tutto sia portato a termine”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.