Pista di atletica dello stadio Corsini in pessime condizioni, cresce il malumore a Fucecchio foto

Fabio Gargani: "Siamo in graduatoria ma non siamo stati ammessi al finanziamento del Pnrr, abbiamo buone possibilità per il prossimo anno"

Esplodono a Fucecchio le proteste per le pessime condizioni della pista di atletica dello stadio Filippo Corsini. Un argomento non nuovo nella città che vanta tra i suoi concittadini anche un campione olimpico di atletica leggera come Alessandro Lambruschini.

Ad accendere la miccia su di un social media locale è un genitore di un’atleta in erba che pubblica alcune foto che parlano da sole. In effetti le condizioni del manto della pista, con rattoppi in vari punti, lasciano alquanto a desiderare. Lo stesso vale per il rettangolo di sabbia del salto in lungo dove addirittura è cresciuta l’erba. E si potrebbe continuare con la fossa dei 3mila siepi e via dicendo. “Un impianto tenuto male – crivono in tanti – che non è curato adeguatamente e che meriterebbe più attenzione”. Qualcuno ci va giù pesante: “La pista che ha visto crescere un campione come Alessandro Lambruschini (campione olimpico) è un insulto allo sport”.

Parole forti che esprimono malcontento riguardo ad un impianto che a giudicare dalle foto e dai vari commenti, che non permette di allenarsi nel migliore dei modi e che allo stesso tempo potrebbe dare una sensazione di trascuratezza verso l’atletica leggera che a Fucecchio impegna circa 150 ragazzi. L’amministrazione comunale però non è ignara del bacino di giovani atleti che amano e praticano questo sport tant’è che lo scorso febbraio, la giunta comunale  ha approvato in linea tecnica il progetto di fattibilità del rifacimento della pista di atletica del complesso sportivo in viale Buozzi per renderla più funzionale per gli allenamenti e le competizioni scolastiche e sportive per un importo complessivo di 350mila euro.

Il progetto è stato candidato per ottenere le risorse stanziate dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, meglio conosciuto con l’acronimo Pnrr. Il progetto che è stato realizzato da personale interno all’ente prevede la rimozione del manto sportivo esistente su tutta la superficie della pista e delle pedane e la sua sostituzione con manto sintetico, elastico, drenante ed omologabile Fidal oltre a tutti gli interventi sulle aree a parti accessorie per garantire prestazioni all’altezza ed in particolare in sicurezza.

Al momento sono 700 i milioni di euro a disposizione in tutta Italia dai fondi del Pnrr riservati però alle richieste delle federazioni sportive per capoluoghi e grandi Comuni che intendano adeguare i propri impianti. A questo finanziamento la Regione Toscana ha aggiunto 17,6 milioni di euro di risorse proprie. L’amministrazione comunale fucecchiese ha partecipato al bando regionale. “Siamo in graduatoria ma non siamo stati ammessi al finanziamento – spiega l’assessore allo sport Fabio Gargani – abbiamo buone possibilità per il prossimo anno, l’impegno e l’attenzione per il Corsini è sempre massima. Abbiamo rinnovato i bagni lato tribuna ed abbiamo vinto un bando di 225mila euro per l’efficientamento energetico delle torri faro con luci a led e stiamo predisponendo la gara per l’aggiudicazione dei lavori”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.