Fondi per le attività culturali dalla CittàMetro, solo un progetto premiato a Fucecchio

E' del Teatrino dei Fondi, con sede a San Miniato

Nella “pioggia” di finanziamenti della Città Metropolitana di Firenze alle associazioni del territorio c’è anche un pezzo di Cuoio… che non è Fucecchio, però. E’ infatti il Teatrino dei Fondi, che da molti anni gestisce il Nuovo Cinema Teatro Pacini in piazza Montanelli, l’unica realtà a cui la ex provincia di Firenze, ha deciso di assegnare fondi dedicati all’attività culturale.

Finanziamenti che, un po’ come avviene per quelli periodicamente riconosciuti dai Comuni, derivano da avanzi di bilancio od oneri di urbanizzazione varia, che la Città mette a disposizione per il sostegno di iniziative di rilevante importanza culturale sul territorio metropolitano, sulla base di una specifica domanda contenente la descrizione dettagliata delle iniziative che si intendono promuovere con il contributo richiesto.

L’associazione sanminiatese, a seguito del bando ha superato la selezione insieme ad un gran numero di altre organizzazioni, con Firenze ovviamente a farla da padrona. Dei 30mila euro richiesti, l’associazione con sede a Corazzano si è aggiudicata 9mila euro per un progetto dedicato ai più piccoli ‘La nuova grammatica della fantasia’.

“Un apprezzamento crescente per il nostro lavoro da parte della Città Metropolitana – commenta il presidente e direttore artistico del Teatrino dei Fondi Enrico Falaschi –, che ci riconosce oggi un punteggio superiore a quanto già fatto alcuni anni fa. Qualcosa che ovviamente ci inorgoglisce e ci responsabilizza ancora di più, rendendoci consapevoli che tutto questo avviene anche grazie alla collaborazione strettissima e preziosa con l’amministrazione comunale di Fucecchio. Il progetto finanziato in particolare riguarda il nostro percorso con le scuole e con i giovanissimi, che sono un pezzo importante delle nostre attività“.

Laboratori, attività nelle classi, educazione alla visione dello spettacolo teatrale, teatro per bambini. Molteplici manifestazioni che sono ormai da anni il pane quotidiano del Pacini, che solo nello scorso anno ha coinvolto più o meno direttamente o indirettamente qualcosa come 7mila ragazzi. “Attività frenetica” la definisce Falaschi.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.