Arriva l’influenza: in Toscana potenziata la rete dei medici sentinella

Saranno 60, 12 in più rispetto la passato

La Regione Toscana potenzia la propria rete dei medici ‘sentinella’ contro l’influenza: una rete di medici di medicina generale, pediatri e laboratori di riferimento che esiste dal 2000 ed in grado di rilevare settimanalmente l’andamento dell’influenza e la circolazione dei diversi ceppi.

Saranno quest’anno 69 i medici coinvolti, dodici in più rispetto al passato, tra cui nove pediatri, tutti individuati dalle organizzazioni sindacali di categoria ed equamente distribuiti nelle tre Asl. Il laboratorio di riferimento farà invece capo al dipartimento di medicina generale e clinica dell’Università di Firenze.

L’influenza, come sottolineano il presidente della Toscana e l’assessore alla salute, costituisce un rilevante problema di sanità pubblica: può avere gravi complicanze che possono colpire i soggetti a rischio, fragili od anziani, e far lievitare gli accessi al pronto soccorso e i ricoveri in ospedale. Monitorare e prevenire è dunque la strategia migliore.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.