Nuova Casa del Popolo a La Serra pronta nel 2023. Un parcheggio al posto di quella vecchia foto

Da tempo in vendita, potrebbe prenderla il Comune per poi demolirla

Prima le difficoltà dell’impresa costruttrice, poi l’arrivo della pandemia, hanno bloccato da più di tre anni il cantiere per la nuova Casa del Popolo de La Serra in via Maremmana, già costruita nelle sue strutture portanti a fianco del celebre padiglione delle sagre. Il 2023 potrebbe essere l’anno giusto per riprendere i lavori, trasferendo finalmente la Casa del Popolo nel nuovo edificio e liberando così il vecchio immobile di via 24 Maggio.

Immobile da tempo in vendita, senza successo, ma che adesso sembra far gola al Comune di San Miniato, che sta valutando la possibilità di acquistarlo per poi demolirlo e ‘regalare’ al paese un nuovo spazio aperto nel cuore della frazione. “È una valutazione che stiamo facendo” ammette il sindaco di San Miniato Simone Giglioli. Da almeno due decenni, il circolo de La Serra insegue il sogno di una nuova Casa del Popolo in via Maremmana, la cui costruzione è stata finanziata con le sagre del paese. “Sperando che non ci siano altri imprevisti – dice il presidente del circolo Arci Cesare Profeti –, nel 2023 contiamo di completare i lavori, se non altro almeno nel piano terra dell’edificio. Questo ci permetterebbe di trasferire la Casa del Popolo liberando il vecchio immobile di via 24 Maggio”.

Il vecchio edificio, posizionato proprio al centro del paese, non ha trovato fino ad oggi potenziali acquirenti: “Se qualcuno si facesse avanti – aggiunge Profeti – lo venderemmo anche domani, ma il problema è che gli acquirenti non ci sono”. Ecco dunque che il Comune potrebbe essere il soggetto ideale a cui vendere la vecchia Casa del Popolo, non tanto per l’edificio in sé ma soprattutto per la sua posizione. “Noi riteniamo che quel volume potrebbe essere trasferito altrove – dice il sindaco Giglioli – andando a demolire l’edificio per ricavare un parcheggio e magari un piccolo spazio a verde. Del resto siamo proprio nel centro del paese, di fronte alla scuola elementare”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.