Quantcast

Efficientamento energetico, da Intesa San Paolo 16 milioni per l’Asl toscana nord ovest

Sarà destinato a supportare una delle prime sperimentazioni a livello nazionale di contratti Energy performance contract in 13 strutture dell'azienda sanitaria

Ci sono anche le strutture ospedaliere di Pisa tra i 13 edifici dell’Azienda Usl Toscana nord ovest in cui saranno realizzati i lavori di efficientamento energetico.

Lo scorso 29 luglio la Note srl, società di progetto appositamente costituita, a seguito dell’aggiudicazione della gara di appalto dal valore di 10,5 milioni di euro annui per 10 anni bandita dall’azienda sanitaria ha infatti firmato il contratto di finanziamento con Intesa SanPaolo per la copertura dell’intero fabbisogno finanziario relativo all’efficientamento energetico di 13 edifici – 6 ospedali, 2 ex ospedali e 5 grandi distretti – nelle province di Massa Carrara, Lucca e Pisa, con una superficie totale di circa 250 mila metri quadrati.

Il finanziamento in project finance erogato da Intesa SanPaolo, a partire dal 30 luglio, è di circa 16 milioni di euro ed è destinato a supportare una delle prime sperimentazioni a livello nazionale di contratti Energy performance contract. È quindi adesso possibile completare le opere e dare avvio alla gestione del servizio di fornitura energetica e di calore.

Note srl, con presidente Carlo Viegi, è un raggruppamento di imprese con capogruppo il consorzio Integra e che vede al suo interno anche consorzio Innova, Sof spa, Coop Service, TecnoService e Cpl Concordia Group. Fsi Partners ha agito in qualità di advisor finanziario e legale di Note e ha coordinato e gestito tutti gli aspetti dell’operazione. Fsi ha operato con un team composto da Eros Organni, amministratore delegato, dagli avvocati Luca Capecchi e Paolo Careri e da Dario Capobianco. La gara d’appalto che ha portato alla stipula del contratto, bandita dall’Azienda Usl Toscana nord ovest, sotto la responsabilità tecnica dell’Energy manager aziendale, Stefano Maestrelli, ha determinato alcuni importanti risultati.

Tra questi un investimento per messa a norma e nuovi impianti termici ed elettrici, oltre che per le nuove tecnologie per la regolazione di 25.062.000 euro, un ribasso della spesa storica corrente per le utenze elettriche e di gas e per la manutenzione degli edifici di 1.499.212 euro per ogni anno per i prossimi dieci anni, la realizzazione di una control room unica per tutti gli edifici da cui monitorare, gestire e regolare gli impianti dei 13 edifici anche se distribuiti in un raggio di 100 chilometri, lo sviluppo dell’occupazione per la gestione delle attività comprese nel contratto per un numero di 75 operatori, tecnici ed operativi per una durata decennale, l’efficientamento impiantistico realizza anche una forte riduzione delle emissioni in atmosfera sia dei metalli pesanti che della CO2, che, nel caso di questo intervento, risulta equivalente alla piantumazione di 15 mila nuovi alberi o alla riduzione di 6.500 autoveicoli circolanti nelle strade della Toscana per tutti gli anni futuri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.