Trucca cronotachigrafo, maximulta a conducente tir foto

Truccata il cronotachigrafo con la tecnica del magnete. Per questo un autotrasportatore è stato multato dalla Polstrada di Pisa dopo un controllo sulla Firenze Pisa Livorno. Il tir viaggiava a velocità sostenuta in direzione di Firenze e per questo ha attirato l’attenzione di una pattuglia della polizia stradale che, intorno alle 4 del mattino, ha fermato il mezzo pesante scoprendo che erano stati manomessi alcuni apparati.

In particolare era stato installato un magnete sul sensore del cambio per alterare i dati registrati. La normativa prevede infatti che ogni mezzo pesante superiore alle 3,5 tonnellate, salvo casi specifici, sia dotato di un apparecchio che registra i dati relativi al veicolo e al conducente (chilometri percorsi, velocità mantenute, tempi di
guida e tempi di riposo) di modo che li organi di controllo possano agevolmente verificare il rispetto dei limiti imposti dalla legge. Il magnete installato sul camion fermato in superstrada invece faceva figurare che il mezzo risultava fermo e dunque il conducente a riposo mentre in realtà stava viaggiando, peraltro oltre la velocità consentita. 
La multa comminata al conducente prevede un massi di 3500 euro di sanzione con conseguente sospensione della patente fino a tre mesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.