Quantcast

Terremoto, i sindaci del Cuoio: ‘Daremo un aiuto concreto’

L’idea è quella di rimettere in moto, ancora una volta, quel meccanismo di solidarietà già sperimentato con il terremoto dell’Emilia. Anche stavolta, il comprensorio del Cuoio è deciso a fare la sua parte per aiutare le persone del reatino e del piceno colpite dal sisma di questa notte, mettendo in campo raccolte fondi e acquisto di materiali di consumo. A dirlo sono i quattro sindaci del Valdarno pisano – Vittorio Gabbanini, Gabriele Toti, Giulia Deidda e Giovanni Capecchi – attraverso una nota congiunta nella quale i quattro primi cittadini esprimono solidarietà ai paesi colpiti dal sisma.

“Ci stringiamo attorno agli abitanti di Amatrice, Accumuli e dei paesi vicini così duramente colpiti dal violento sisma di questa notte – affermano i sindaci dei comuni di San Miniato, Santa Croce, Castelfranco di Sotto e Montopoli -. Un evento catastrofico di dimensioni enormi che ci riporta alla mente la tragedia che colpì L’Aquila, nel 2009. Come amministratori intendiamo attivarci in maniera congiunta per dare un sostegno umanitario concreto ai cittadini di quelle zone che hanno perso tutto in pochi istanti, aiutare le famiglie delle tante vittime e le istituzioni del territorio che, in questi momenti, non devono essere lasciate da sole. In occasione di altri eventi catastrofici, come quello che colpì la popolazione di San Felice sul Panaro, ci siamo già attivati con raccolte fondi e con l’acquisto di materiali di consumo che fossero utili alla popolazione. Intendiamo quindi ripetere congiuntamente questa azione, in modo da permettere alle nostre comunità unite di dare un sostegno a tutte queste persone che non hanno più nulla”.
Intanto, squadre della Protezione civile del comprensorio con i propri mezzi sono già state attivate per andare a prestare soccorso nelle zone terremotate.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.