Quantcast

Sale sul treno e ruba un cellulare alla stazione di Pisa, arrestato

‘ salito sul treno seguendo alcuni passeggeri in partenza, per poi riscendere subito dopo con in mano un cellulare rubato ad uno di loro. E’ andata male, però, ad un tunisino arrestato ieri sera (11 dicembre) dalla polizia ferroviaria di Pisa.

L’episodio è avvenuto intorno alle 20, quando gli agenti della Polfer si trovavano al binario 5 per attendere l’arrivo del treno Freccia Argento 8626 diretto a Genova. Poco prima, gli stessi poliziotti avevano già allontana il ragazzo, noto alle forze dell’ordine per altri episodi di furto. Il tunisino, però, non si dato per vinto: poco dopo è risbucato dalle scale del sottopassaggio seguendo alcuni viaggiatori in partenza, e salendo insieme a loro sul Freccia Bianca. Una manovra che non è passata inosservata agli agenti, che poco dopo lo hanno visto scendere dalla porta opposta del vagone con in mano una sciarpa, raccolta in modo da fare sospettare che nascondesse qualcosa.
Fermato dai poliziotti, il ragazzo ha prima affermato che il telefono era suo, poi, quando gli agenti gli hanno chiesto di inserire il codice il Pin, ha cambiato versione sostenendo che fosse di un amico. Mentre veniva accompagnato negli uffici per ulteriori accertamenti, sull’utenza del telefono giungeva la telefonata della legittima proprietaria, ormai in viaggio verso Genova: la donna, usando il telefono di un altro passeggero, confermava agli agenti che il telefono le era stato rubato durante la fermata alla stazione di Pisa, sottratto dalla tasca del giaccone dove lo aveva riposto. A quel punto, ricorrendo lo stato di flagranza di reato, lo straniero è stato tratto in arresto.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.