Valdarno contro le mafie, tre Comuni a Prato

Gli assessori di Montopoli Linda Vanni, di Santa Croce Carla Zucchi e di San Miniato David Spalletti hanno rappresentato il comprensorio del Cuoio nella manifestazione regionale di Libera in ricordo delle vittime delle mafie, organizzata a Prato.

“I nostri comuni – spiegano gli assessori – da anni aderiscono ad Avviso Pubblico e sosteniamo l’attività di Libera, inoltre siamo attivi nel nostro territorio per dire no alla mafia, soprattutto tra le nuove generazioni”. “Bisogna dire le cose ad alta voce, sempre. Bisogna reagire con fermezza alle minacce, come quelle rivolte in questi giorni a Locri a don Ciotti, il presidente di Libera. Bisogna sempre parlare e mai stare in silenzio, delle mafie e di ciò che fanno, perché altrimenti il rischio è quello di soccombere”. Ha aggiunto l’assessore alla presidenza e alla legalità della Toscana Vittorio Bugli partecipando alla manifestazione.
“Dagli anni Novanta ad oggi – ricorda Bugli – sono state 57 le confische decise dalla magistratura, per ben 380 beni tra immobili, particelle di terreno, pertinenze ed aziende requisiti”.
“Parlare ad alta voce della mafia vuol dire tenere costantemente un riflettore sempre acceso e rivolgersi soprattutto ai giovani – prosegue l’assessore Bugli –. Noi in Toscana proviamo a farlo. Lo facciamo aiutando e sostenendo l’educazione attiva alla legalità nelle scuole e la partecipazione dei ragazzi ai campi estivi sui terreni strappati alle mafie”. Per queste ed altre iniziative, quattro progetti in tutto, sono stati messi a disposizione nel 2016 dalla Regione risorse per 140 mila euro, attraverso due diversi bandi”.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.