Quantcast

Rubano il semaforo in via Francesca bis per la seconda volta foto

Ancora una volta il semaforo tra via di Pelle e via Francesca bis è entrato nel mirino dei ladri. I malviventi sono tornati a rubare nuovamente una lanterna semaforica nella nottata tra martedì e mercoledì.

Hanno smontato dal supporto e portato via quella rivolta verso gli automobilisti che sopraggiungo dalla località Cerrì. Proprio su questo incrocio, il Comune di recente era stato costretto a sostituire due lanterne semaforiche in seguito a un furto (qui Rubano i semafori tra la Francesca Bis e via di Pelle). Ad accorgersi del nuovo raid dei ladri di semafori è stata la polizia municipale di Santa Croce sull’Arno mercoledì mattina presto. La tecnica utilizzata per sottrarre l’impianto che governa uno dei principali incroci della Francesca bis sembra essere sempre la stessa: qualcuno è arrivato con un mezzo piuttosto alto rispetto alla sede stradale, si è infilato sotto al semaforo per permettere ai ladri di arrivare a svitare i supporti e poi si è dato alla fuga, lasciando solo i fili dei collegamenti elettrici a penzolare lungo il palo.
Un tipo di furto che sembra essere diventato seriale in Valdarno e su cui gli inquirenti, la polizia municipale di Santa Croce si sta interrogando nel tentativo di trovare tracce che possano ricondurre i ladri.
Il semaforo che è stato sottratto, come quelli che erano stati rubati la volta scorsa, non può essere rivenduto facilmente, visto che è refurtiva rintracciabile per i marchi e codici che lo identificano e inoltre c’è da aggiungere che chi vende questo materiali ha come cliente esclusivamente la pubblica amministrazione, diventa quindi anche difficile riuscire a ricettare questo materiale, eppure i ladri continuano a colpire e non solo a Santa Croce. Negli stessi giorni in cui colpirono la prima volta lungo la via provinciale anche a Empoli sparì una lanterna semaforica sempre a led e di ultima generazione.
La polizia municipale di Santa Croce, quindi, sta cercando elementi che possano ricondurre ai ladri, anche se non sarà facile, vista la scarsità di indizi lasciati sul luogo del furto e comunque questo furto è un reato aggravato dal fatto di essere stato compiuto contro la pubblica amministrazione. (Gab. Mor.)

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.