Colpo dalle parrucchiere: via soldi e profumi foto

Più informazioni su

Porta forzata e negozio rovistato, è questo lo scenario a cui si sono trovate ad assistere le due parrucchiere di viale Buozzi a Santa Croce sull’Arno quando sono arrivate a riaprire l’esercizio nella prima mattinata di sabato.
Nella tarda serata di venerdì (8 settembre) i malviventi sono entrati nel negozio Rossella e Sonia Acconciature in viale Bruno Buozzi in cerca di denaro. “Di questi tempi – eserodiscono le due parrucchiere – vorremmo sentirci più sicure, servirebbero almeno le telecamere”. Il bottino comunqe per i ladri è stato magro, sono stati portati via solo qualche decina di euro.

“Siamo andate via dal negozio verso le 20,30 e siamo rientrate stamani verso le 8 – spiegano -, che spavento: abbiamo trovato il negozio un enorme disordine, con gli oggetti spostati rispetto a come li avevamo lasciate noi la sera prima. I ladri hanno aperto la porta d’entrata forzando la serratura, che noi avevamo chiuso con tre mandate. Alla fine hanno portato via la cassettina dei soldi qualche decina di euro e alcuni profumi nuovi. Ma è evidente che cercavano solo i soldi. Noi siamo aperti dal 1986 e questa è la prima volta che subiamo un furto. In ogni modo – concludono le titolari -, qui non c’è da portare via niente”. Vicino il negozio si trova anche un panificio, che ha cominciato a lavorare verso mezzanotte e mezzo ma non ha sentito alcunché. Il furto è stato denunciato ai carabinieri, che stanno portando avanti le indagini.

Mirco Baldacci

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.