Trova la porta aperta, entra in palestra e ruba soldi e telefono

Pensava di farla franca visto che era un giorno di festa, ma invece ha avuto sfortuna. Un 25enne di origine marocchina nella giornata di lunedì di Pasquetta si è introdotto in una palestra di Santa Croce sull’Arno, che era chiusa al pubblico, ma aveva la porta aperta perché il proprietario stava facendo dei lavori in giardino, approfittando della giornata di festa.

Il giovane verso le 16,30 si è introdotto nella struttura dalla porta principale e per non fare rumore si è anche tolto le scarpe. Il un primo momento il proprietario che stava lavorando al giardino non si è accorto di nulla e lo straniero ha avuto il tempo di frugare in tutta la struttura arrivando anche negli spogliatoi, dove ha trovato un telefono cellulare e un po’ di contante, 265 euro. Una volta appropriatosi del bottino, il giovane è tornato verso l’uscita principale, sempre cercando di non fare rumore, ma una volta uscito, pensando di essere al sicuro, ha sbattuto la porta. Il rumore ha attratto l’attenzione del proprietario che a quel punto ha lasciato per un attimo i lavori di giardinaggio e ha raggiunto la porta, pensando che qualcuno fosse entrato. Arrivato alla porta, ha visto il giovane che già si stava dando alla fuga. In un attimo ha capito cosa era successo e allora si è messo a inseguire lo straniero, mentre con il cellulare ha avvisato i carabinieri. Il giovane ha provato ad allungare nella corsa, ma il titolare della palestra non ha mollato rimanendo sempre in contatto con i carabinieri e ha continuato a seguirlo fino a quando non sono arrivati i militari. L’arresto è avvenuto nella zona industriale di Santa Croce. Quando lo hanno fermato, il ladro era ancora senza scarpe, visto che non aveva avuto il tempo di indossarle dopo il furto e in tasca aveva il cellulare e i soldi. I militari hanno subito restituito al proprietario soldi e telefono. Questa mattina è stata celebrato il processo per direttissima, viste le circostanze in cui il 25enne era stato tratto in arresto.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.