Predatori di rame al cimitero di Villa: divelti 50 vasi foto

Più informazioni su

L’obiettivo era di sicuro il rame. Tanto che della cinquantina di vasi porta fiori divelti, solo una parte sono stati portati via. Lasciando i fiori in maniera ordinata sulle tombe, segno che il ladro o i ladri hanno agito con molta calma.

Lo spettacolo che questa mattina 11 aprile, però, si è presentato alle prime persone arrivate al cimitero di Villa Campanile è desolante. Perché colpisce dove fa male – il ricordo dei propri cari defunti – ma anche perché lascia sgomenta la facilità con la quale si commettono furti. Il cancello del cimitero è chiuso, ma anche non impossibile da scavalcare. E il rumore fatto, di certo, è impossibile da sentire di notte. In un cimitero, poi, anche se ci fosse stata una luce, certo sarebbe passata inosservata, mescolata tra le luci perpetue del cimitero. Chiunque si sia introdotto al cimitero nella notte scorsa, quella tra 10 e 11 aprile, ha probabilmente saltato il cancello e poi ha, con calma e cura, tolto i fiori dai vasi in rame che si è portato via. Ha poi, probabilmente, provato a staccare anche una grondaia, che risulta danneggiata in più punti. Un brutto risveglio, insomma. 

 

Elisa Venturi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.