Morta la ragazza di 33 anni travolta dal treno

È stata travolta dal treno alla stazione di San Frediano a Settimo, nel comune di Cascina, per cause tutte ancora da chiarire. Una ragazza di 33 anni, senza fissa dimora, intorno alle 23 di ieri sera (16 settembre) è stata soccorsa dopo l’incidente sui binari dalla Pubblica Assistenza di Cascina e trasportata d’urgenza in codice rosso all’ospedale di Cisanello. Ma stamani è morta, dopo alcune ore di ricovero. Sull’episodio indaga la Polizia Ferroviaria, intervenuta sul posto per chiarire la dinamica di quanto accaduto.

La ragazza stava viaggiando lungo i binari con il suo cane. Non aveva con sé i documenti, e per risalire alla sua identità bisognerà partire dal cane per risalire al suo proprietario. E poi cercare di capire se il proprietario del cane coincide con la giovane morta investita dal treno, che stava percorrendo la linea Pisa-Firenze. L’impatto è avvenuto con lo spigolo della testa del treno, che non ce l’ha fatta per motivi tecnici a rallentare dopo aver visto la donna sui binari. Dopo ore di agonia all’ospedale, la ragazza non ce l’ha fatta ed è morta. Secondo una prima ricostruzione, la vittima sarebbe originaria dell’Umbria e residente a Rosignano Marittimo ma da tempo frequentava il “Villaggio degli elfi” che si trova nel pistoiese. Gli inquirenti escludono che si sia trattato di un suicidio e propendono per l’ipotesi dell’incidente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.