“Bigliettopoli”, guai per altri tre autisti Ctt Nord

Il giudice del lavoro di Pisa ha deciso di segnalare i casi alla Procura

Più informazioni su

Il giudice del lavoro di Pisa, con tre distinte sentenze del 7 ed 8 dicembre scorsi, ha riconosciuto le ragioni di Ctt Nord e respinto i ricorsi di tre dipendenti che erano stati destituiti nell’ambito della vicenda relativa agli abusi relativi alla vendita dei biglietti a bordo.

Le sentenze ricostruiscono minuziosamente le condotte dei tre, e ne sottolineano la gravità, meritevole della sanzione più grave. Anzi, il giudice ha ritenuto di segnalare alla Procura della Repubblica queste condotte, per gli accertamenti di eventuali ed ulteriori profili di responsabilità.

“Il giudice – spiega Ctt Nord – si è anche intrattenuto sulla questione del Consiglio di disciplina, osservando come sia pacifico che quest’organo debba essere costituito dalla Regione, e non dall’azienda, e altrettanto pacifico che la Regione non vi abbia provveduto; ne ha concluso che l’inerzia della Regione non può tradursi, in pratica, nell’impunità di dipendenti responsabili di fatti gravissimi come quelli accertati, o di qualunque altro fatto grave possa accadere, prima che la Regione abbia in concreto provveduto a costituire il Consiglio”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.