Riempie la vecchia auto di rifiuti e la getta in una fossa, denunciato santacrocese

Scoperto dalla polizia municipale di Altopascio e denunciato per abbandono di rifiuti

Dopo aver riempito la carcassa della sua Peugeot 206 di materiali ingombranti, l’ha trainata con una corda in via San Giuseppe, ad Altopascio, per poi abbandonarla nella fossa. Un atto di totale inciviltà commesso da un cittadino di Santa Croce sull’Arno, che la polizia municipale guidata dal comandante Italo Pellegrini, è riuscito a rintracciare e a denunciare all’autorità giudiziaria, visto che quello commesso si configura in tutto e per tutto come un reato penale.

“Il proprietario, per garantirsi l’impunità e farla così franca – commenta il comandante Pellegrini -, aveva pensato bene di rimuovere le targhe e le parti metalliche del veicolo dove si trovava punzonato il telaio. Come prima cosa abbiamo rimosso il veicolo, che tra l’altro impediva il corretto deflusso delle acque, poi lo abbiamo trasportato nel deposito e grazie a un’ispezione più attenta siamo riusciti a rinvenire l’adesivo posto dalla casa madre riportante il numero del telaio. In questo modo abbiamo rintracciato il proprietario, che è stato poi denunciato per gestione non autorizzata di rifiuti, un reato penale di cui dovrà rispondere”.

Oltre alla carcassa di via San Giuseppe, l’amministrazione comunale, sempre con il supporto della Polizia Municipale, ha rimosso anche altri due abbandoni in località Tavolaia, a Marginone. “Quattro carcasse di auto – commenta il presidente del consiglio comunale con delega ai rapporti con la frazione di Marginone Sergio Sensi – e un furgoncino, che si trovavano in quella zona da tanti tanti anni, da ben prima che noi arrivassimo alla guida di Altopascio: è quindi un risultato importante aver rimosso le due auto, un segnale chiaro e concreto di cura e attenzione al territorio”.

Continua così l’attività di controllo del territorio e di contrasto all’inciviltà di chi abbandona rifiuti: interventi e segnalazioni coordinati direttamente dall’amministrazione comunale e gestiti insieme con la Polizia Municipale e con Ascit. “La nostra è una battaglia di civiltà che non ci stancheremo di portare avanti: non ci fermeremo nell’azione di individuazione, prevenzione e sanzione nei confronti di tutti coloro che abbandonano rifiuti sul nostro territorio – aggiunge l’assessore all’ambiente, Daniel Toci -. Invitiamo i cittadini a continuare nell’opera di controllo e monitoraggio del territorio e a proseguire con le segnalazioni, utilizzando i canali previsti, che finora sono state un contributo eccellente alla lotta contro l’abbandono dei rifiuti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.