Sospetta “mucca pazza”, morto un 70enne del Comprensorio. A causare il decesso potrebbe essere stato ‘prione’ del morbo di Jakob

Le cause saranno approfondite con un'indagine sui tessuti del cervello in centri specializzati

Strana malattia quella che ha portato al decesso un 70enne del Comprensorio del Cuoio. Nella giornata di ieri domenica 19 gennaio, è deceduto l’uomo residente in un comune della zona e ricoverato all’ospedale San Giuseppe di Empoli.

Per i medici, escluse tutte le altre possibili cause, potrebbe trattarsi – visto il quadro clinico compatibile – del morbo di Jakob, più precisamente Creutzfeldt-Jakob, ovvero encefalopatia spongiforme umana, la malattia che ha come agente eziologico, (come causa), lo stesso di ‘mucca pazza’, la nota patologia che negli anni ’90 colpì vari capi di bovini in Europa e che poi si ipotizza sia stata trasmessa all’uomo nella catena alimentare.
Da precisare che a causare l’encefalopatia spongiforme umana non è necessariamente l’alimentazione: le cause possono essere molteplici e la ricerca scientifica è ancora in corso.

Il 70enne é deceduto dopo circa 2 mesi dall’insorgenza dei primi sintomi, tra cui la perdita di controllo del movimento e la demenza che i medici hanno escluso possa essere ricondotta ad altre malattie più comuni.
Ora l’ipotesi di encefalopatia spongiforme umana avanzata, per esclusione di altre patologie, dal personale della Asl dovrà essere confermata da analisi più approfondite sui tessuti del sistema nervoso del 70enne, tanto che i prelievi istologici e degli organi interessati dalla patologia sono stati fatti nella ultime ore per inviare i campioni in centri specializzati in questo tipo di indagine con il consenso della famiglia.

La causa del morbo di Jakob sarebbe un prione ovvero una proteina che dal punto di vista chimico, come dicono per semplicità i medici, è “mal ripiegata” ovvero nella sua struttura tridimensionale si sviluppa in modo anomalo. Questi prioni detto sempre per via esemplificativa si accumulano nei tessuti del cervello e causano encefalopatia spongiforme umana con i conseguenti sintomi volgarmente detti di “mucca pazza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.