Bancarotta fraudolenta ed evasione contributiva, 2 imprenditori ai domiciliari

Nei guai anche un commercialista della zona

Due imprenditori di Fucecchio che operano nel distretti del Cuoio sono agli arresti domiciliari con l’accusa di occultamento delle scritture contabili e bancarotta fraudolenta aggravata. Interdetto dalla professione per 8 mesi un commercialista della Valdera.

Le notifiche hanno raggiunto i tre nella mattina di oggi 26 febbraio. I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Firenze hanno, infatti, dato esecuzione a un’ordinanza del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Firenze richiesta dalla procura della Repubblica con la quale sono stati posti agli arresti domiciliari i due imprenditori del Cuoio in relazione alla gestione di fatto di alcune società operanti nel settore della lavorazione delle pelli, poi fallite.

Le indagini condotte dalle Fiamme Gialle della compagnia di Empoli hanno appurato che gli imprenditori, tramite una società di capitali, ricevevano da alcune imprese del settore della concia del cuoio (risultate estranee ai fatti e quindi all’indagine), importanti commesse per la rasatura e la pressatura delle pelli, commissionando poi parte delle lavorazioni ad altre aziende da loro gestite di fatto, due delle quali fallite lo scorso anno, che non hanno provveduto ad effettuare i versamenti contributivi e previdenziali relativi al personale dipendente.

I lavoratori, nell’ordine della decina, hanno sempre percepito lo stipendio e parte dei contributi gli sono stati versati. Il grosso di loro tra l’altro, passava da un’azienda all’altra. In pratica, secondo quanto ricostruito dalle Fiamme Gialle, quando la ditta raggiungeva una posizione debitoria importante veniva chiusa e ne veniva aperta un’altra, tutte intestate a prestanome ma di fatto gestite dai due.

L’attività investigativa ha evidenziato quindi un’evasione contributiva e previdenziale di circa 1,5 milioni di euro e, all’esito delle indagini, ha messo in luce una guida tecnica da parte del consulente, oggi raggiunto dall’interdizione. (E.ven)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.