Da Calcinaia a Pontedera per “dare un’occhiata in giro”, denunciati

Uno dei quattro era anche ricercato ed è stato portato in carcere

Gli agenti di polizia li hanno fermati a Pontedera. In auto erano in 4: un uomo e 4 ragazzi. Alla richiesta degli agenti sulle motivazioni che li avesse portato in giro in auto, tra l’altro in un comune diverso da quello di residenza che è Calcinaia, hanno risposto che volevano andare in un supermercato a dare un’occhiata in giro.

Dagli accertamenti è risultato che l’autista, 37 anni, era ricercato per un residuo pena di quasi otto mesi per i reati di sequestro di persona, prostituzione minorile e lesioni, mentre gli altri tre, un rumeno di 22 anni e due fratelli italiani di 19 e 20 risultavano persone note.

Così, nel pomeriggio di ieri 15 marzo, una volante del commissariato di Pontedera in servizio di prevenzione e controllo del territorio ha accompagnati in ufficio i quattro, denunciati alla procura della Repubblica di Pisa per il reato di inosservanza di un provvedimento dell’autorità mentre l’uomo alla guida è stato arrestato e condotto alla casa circondariale di Pisa.

Le denunce sono nell’ambito della giornaliera attività a tutela della salute pubblica prevista dai recenti decreti emanati per l’emergenza covid 19 a Pontedera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.