Coronavirus, il sindaco: “A Fucecchio nessun focolaio”

Undici casi in dieci giorni, cinque alla Rsa Le Vele. Il bilancio del primo cittadino

Undici casi di positività al coronavirus a Fucecchio. Il bilancio ufficiale arriva dal sindaco Alessio Spinelli, a circa 10 giorni dal primo caso di contagio. Di questi casi cinque fanno riferimento alla Rsa Le Vele.

L’età media delle 11 persone (8 sono ricoverate in ospedale, due sono in quarantena nela propria abitazione e 1 in quarantena presso l’Rsa) positive al Coronavirus a Fucecchio è di circa 77 anni.

“Ho atteso qualche giorno – inizia Spinelli – prima di fare un bilancio locale perché voglio evitare assolutamente allarmismi e bollettini di guerra quotidiani che ad oggi non avrebbero alcun senso. La cosa più importante da evidenziare è che a Fucecchio non c’è alcun focolaio di Covid 19“.

“I casi positivi riscontrati fino ad oggi sono 11, esattamente in media con i dati regionali forniti dalla Protezione civile che vedono in Toscana 5,4 casi ogni 10 mila abitanti. Un altro dato significativo è che di questi 11 casi la maggior parte dei contagi è avvenuto attraverso contatti con persone di altre regioni o province. I primi 5 casi riscontrati (due di questi sono praticamente asintomatici) fanno riferimento a 3 nuclei familiari. Gli altri 6 invece sono stati scoperti in maniera del tutto causale attraverso una visita di controllo che un ospite della Residenza sanitaria assistita Le Vele ha fatto all’ospedale San Giuseppe di Empoli“.

“L’ospite dell’Rsa – spiega il sindaco – è stato sottoposto a tampone, pur non avendo alcun sintomo, come tutti coloro che accedono all’ospedale ed è risultato positivo. A quel punto l’Asl Toscana Centro ha disposto una puntuale indagine epidemiologica all’interno della struttura controllando gli ospiti che condividevano lo stesso modulo residenziale con questo signore. È emerso che altri 5 ospiti della struttura sono positivi. È una situazione che purtroppo non sorprende perché si è verificata, anche in misura molto più accentuata, in molte altre strutture di questo genere, sia in Toscana che in altre regioni”.

“Con l’Asl – dice Spinelli – ci siamo immediatamente attivati per mettere a punto un protocollo ancora più stringente per gli accessi e le modalità di lavoro all’interno dell’Rsa Le Vele. Questo ha comportato restrizioni alle visite dei parenti e ulteriori misure di sicurezza per gli operatori ma sempre nel rispetto e nella cura degli ospiti. Voglio ringraziare l’Asl per la professionalità e la scrupolosità con la quale ha svolto immediatamente l’indagine epidemiologica e la Cooperativa Colori che gestisce il personale interno all’Rsa Le Vele con senso di responsabilità e abnegazione. Lo stesso impegno e lo stesso senso di responsabilità lo chiedo a tutti i cittadini che in questi giorni devono rimanere assolutamente in casa per evitare il diffondersi dei contagi e dar modo alle nostre strutture sanitarie di compiere il loro sforzo a garanzia della salute di tutti. Lo ripeto ancora una volta: restiamo in casa“.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.